WC intasato, non chiamare l’idraulico: ne basta una manciata | Risolvi il problema

A volte, può capitare di doversi confrontare con un problema più grande di noi, il Wc intasato. La prima cosa che viene in mente, è contattare un idraulico tra l’altro con urgenza, per risolvere la situazione in fretta. Ovviamente questo ha un costo. 

WC intasato
WC intasato -Donna.nanopress.it

In realtà la situazione può essere risolta anche con il fai da te. Si tratta di manovre semplicissime, che non richiedono chissà quale preparazione o conoscenza della materia. 

La prima cosa da fare è una bella distinzione tra le cause che hanno riportato questo risultato. Se i residui non riescono a scendere bisogna capire se si tratta di wc intasato, oppure di uno scarico con poca pressione.

Cosa succede quando il wc è intasato

Solitamente dinanzi al wc intasato ci si arrabbia oppure ci si comporta in modo inappropriato, perché si crea una situazione che stressa e causa disagio, soprattutto se in casa, sono presenti ospiti. Invece bisogna mantenere la calma.

I liquami che non defluiscono a causa di un’ostruzione dello scarico, sono un bel problema. La puzza che si espande in casa non è assolutamente piacevole e accogliente. Può succedere che nonostante l’acqua scenda normalmente, i residui non vadano via, così come che l’acqua insieme ai residui, rimanga bloccata o scenda lentamente. Ad ogni modo, se la carta igienica o tutto il resto rimane bloccato e non riesce a defluire, nemmeno con il tempo, probabilmente la causa è il wc intasato.

Wc intasato, ecco come comportarsi

Spesso gli ingorghi sono causati dall’eccessiva carta da toilette che viene gettata nella tazza ad ogni utilizzo. Il problema è tra i più comuni. Ma la cosa veramente grave è che spesso oltre i residui di carta igienica, rimangono nella tazza anche gli assorbenti, i pannolini o tamponi, spazzatura che qualcuno getta dentro appositamente o inavvertitamente.

Wc intasato -donna.nanopress.it

In questi casi è difficile venirne fuori.  Bisogna capire come prima cosa che il water non è il cestino dei rifiuti. Il suo compito è un altro. Se proprio dovesse servire un contenitore dentro il quale gettare questo tipo di spazzatura, si consiglia di acquistare un cestino e conferire tutto lì dentro, anche la carta igienica. Meno se ne butta dentro il water e meglio è, perché anche questa va ad ostruire le tubature nel tempo. 

I rimedi che eliminano le ostruzioni non troppo profonde

Quindi, essendoci ostruzioni e ostruzioni, si può procedere indicando alcuni dei rimedi adeguati che possono tornare utili in base alla gravità della situazione. Queste soluzioni funzionano esclusivamente se il blocco non è in profondità e se la causa sono pezzi di carta igienica o materiale che facilmente si può fare scivolare via, tirare o sciogliere.

Wc intasato-Donna.nanopress.it

In genere, gli ingorghi causati dalla carta igienica si risolvono semplicemente con la forza di gravità e con la giusta pressione dell’acqua. Prima si rimuove l’acqua stagnante, poi si versa dentro lo scarico tanta acqua bollente. Qualora l’acqua dovesse defluire comunque lentamente, ripetere l’operazione.

A questo punto versare dentro lo scarico del wc intasato il detersivo per i piatti che deve agire per almeno 30 minuti. Infine versare dell’acqua bollente in grandi quantità per far sì che ciò che blocca lo scarico scivoli via in fretta. Si consiglia di usare il detersivo per i piatti perché questo ha un’azione altamente sgrassante e quindi è in grado di dissolvere molte tipologie di ostruzione.

Sturalavandini e sale grosso il rimedio della nonna

In alternativa si può provare ad applicare lo sturalavandini, ciò che si raccomanda è che la ventosa sia tutta immersa nel liquido e che si vada ad esercitare la giusta pressione per creare l’effetto sotto vuoto in grado di fare risalire all’interno dello scarico l’ostruzione, andando in questo modo a sturare il wc intasato senza sforzi.

Wc intasato -Donna.nanopress.it

Un altro metodo invece fa uso di una tazza riempita per metà con il sale grosso e per l’altra metà con il bicarbonato di sodio. Il classico rimedio della nonna, che funziona sempre. Si versa il contenuto dentro la tazza nel water e si fa agire per 15 minuti.

Infine anche in questo caso si getta l’acqua bollente dentro lo scarico ed ecco fatto. Se il problema non dovesse risolversi nemmeno in questo modo allora potrebbe essere arrivato il momento di chiamare un professionista che in pochi minuti, senza perdere tempo andrà a risolvere tutto quanto, non definitivamente ovviamente. Per evitare che si crei la stessa situazione dopo nemmeno un mese, è consigliato cambiare le proprie abitudini che sono la causa principale del problema.