Matrimonio, MAI sposarsi in questo amato mese dell’anno: spendi il doppio

Qual è il periodo migliore per festeggiare un matrimonio? La scelta non è semplice, bisogna prendere in considerazione molte piccole cose, si tratta di dettagli che però fanno la differenza.

Matrimonio
Matrimonio – Donnananopress.it

La parte più difficile di un matrimonio è l’organizzazione che richiede parecchio tempo e impegno. Bisogna sistemare per prima le questioni logistiche, quelle legali e quelle burocratiche.

Soltanto dopo avere stabilito la data, bloccato la chiesa, il comune e la location del matrimonio, si possono stampare le partecipazioni con le dovute informazioni da dare agli invitati sullo svolgimento della celebrazione.

Consigli per non spendere cifre troppo elevate

Se non si vuole spendere un patrimonio, bisogna fare attenzione ad ogni piccola cosa.  Intanto è bene iniziare ad organizzare il matrimonio, almeno un anno prima, per bloccare i prezzi dei fiori, degli abiti, delle location ecc. Se si ha fortuna, si può risparmiare tantissimo. Può essere d’aiuto stabilire un budget oltre il quale non andare.

Matrimonio-Donna.nanopress.it

Organizzare le nozze con largo anticipo, consente anche di scegliere il periodo, il giorno, la stagione, meno costosa. Pensarci all’ultimo minuto vuol dire non potersi organizzare bene, doversi accontentare per ogni cosa e spendere peraltro chissà quali cifre non convenienti.

Organizzazione necessaria, cosa fare prima delle nozze

L’arco di tempo necessario per organizzare delle nozze perfette, va da 10 mesi a 12. Durante questi mesi si può scegliere la chiesa, il comune, la spiaggia, insomma il luogo dove si vuole festeggiare e celebrare il matrimonio. Poi si può scegliere con cura il giorno in cui sposarsi e fare la scelta tra un matrimonio infrasettimanale, oppure un matrimonio nel weekend.

Matrimonio-Donna.nanopress.it

Se si vuole un rito civile è più facile sposarsi in settimana, mentre per quanto riguarda quello religioso il periodo migliore è il fine settimana, ovviamente a discrezione del prete. Un matrimonio nel weekend è molto più costoso. In molti vogliono accaparrarsi il sabato, poiché è il giorno in cui più o meno tutti sono liberi da impegni lavorativi vari. Eppure un matrimonio che si celebra dal lunedì al venerdì consente di risparmiare grandi cifre. Viene fuori ad ogni modo, che la scelta del giorno delle nozze è tattica.

Quali sono i mesi da evitare perché i più costosi

Se si vuole risparmiare, sono da escludere i mesi di maggio, giugno, luglio, settembre, dicembre, perché sono i più belli ma anche i più costosi. Se ci si sposa di settimana e nei mesi non gettonati, il costo delle location è molto più basso, i fornitori sono disponibili, c’è meno rischio di trovarli in ferie rispetto all’estate. Se si vogliono mettere a disposizione degli invitati degli alloggi, questi costano meno nelle stagioni fredde perché c’è meno richiesta. Vale lo stesso discorso, per i voli aerei.

Matrimonio-Donna.nanopress.it

Per quanto riguarda il giorno, il meno ambito è il venerdì, molte spose per scaramanzia, non vogliono convolare a nozze di venerdì. Quindi è uno dei pochi giorni, sempre liberi. D’altra parte conviene anche perché solitamente il sabato, sono in pochi a lavorare, per cui i festeggiamenti possono andare avanti per ore fino alle mattinate o oltre.

Se si hanno parenti o amici che vengono da qualche altra regione o città, si dà loro la possibilità di fare un giro nella zona e vivere un weekend fuori porta. Poi i festeggiamenti possono continuare anche il sabato o la domenica.

Matrimoni infrasettimanali, come organizzarsi per non causare problemi

Per quanto riguarda infine i matrimoni infrasettimanali, solitamente sono odiati dagli sposi e dagli invitati perché causano disagi per il lavoro.

Matrimonio-Donna.nanopress.it

Basta soltanto organizzarsi e cercare di accontentare tutti, scegliendo magari un giorno non problematico, per esempio quello di chiusura delle attività.