“Ha tentato il suicidio”, scandalo a Palazzo Reale: il cuore della regina in frantumi

Il Palazzo Reale è da sempre al centro di scandali di cui parla tutto il mondo. Nonostante i reali cerchino di mantenere la totale riservatezza sulle loro vite, tutto ciò che li riguarda diventa affare comune e così tutti acquisiscono il diritto di dire la propria.

Famiglia reale
Regina Elisabetta – donna.nanopress.it

Se in un periodo abbastanza recente si è tanto discusso degli scandali legati al terzogenito della Regina Elisabetta II e di Filippo, Andrea, in un tempo ormai parecchio lontano a dare del materiale succulento è stata Margaret Windsor, ovvero la figlia minore di di Elizabeth Bowes-Lyon e di re Giorgio VI. Margaret era la sorella della regina Elisabetta II.

Palazzo Reale, lo scandalo della figlia minore di Re Giorgio

Margaret prima dei 25 anni si innamorò di Peter Townsend, un eroe della RAF che aveva preso parte alla Seconda Guerra mondiale. L’uomo di cui Margaret si era innamorata però era divorziato. Secondo la legge britannica, del 1772, la Principessa Margaret non poteva sposarlo senza avere prima il consenso del Parlamento, della Corona e della Chiesa.

Il matrimonio dei due infatti non fu mai celebrato e per questo oggi Margaret è conosciuta come la principessa triste, irrequieta.

Lo scandalo di Margaret
Lo scandalo di Margaret – donna.Nanopress.it

La loro relazione andava avanti dal divorzio di lui, venne alla luce però in un secondo momento ovvero in occasione dell’incoronazione di Elisabetta, giorno 2 giugno 1953. Al termine della cerimonia a Westminster, Margaret tolse un pelucco dalla divisa di lui con fare cortese, elegante ma soprattutto confidenziale.

Dopo il gesto, ci furono un sorriso e uno sguardo di grande complicità tra loro; il tutto immortalato dai fotografi li presenti. La coppia finì in prima pagina su tutti i quotidiani. A seguito del rischio di scandalo al Palazzo Reale Elisabetta lo trasferì lontano da casa per due anni, per allontanarlo dalla sorella, nella speranza di porre fine al loro amore.

L’amore continuò nonostante gli ostacoli, le paure e la sofferenza. Dopo due anni i due dovettero comunque dirsi addio perché ostacolati dalla Corona. Margaret per sposare il suo amato Peter avrebbe dovuto rinunciare alla sua famiglia e a tutti i privilegi.

Le sofferenze di Margaret a causa del matrimonio negato e lo scandalo del divorzio da Armstrong

Trascorsero tanti anni prima che la Principessa riuscisse a dimenticarlo e dopo grande pressione da parte della Famiglia Reale, fu celebrato il matrimonio con Lord Antony Armstrong-Jones, che ricevette in seguito la nomina di conte di Snowdon. Prima l’uomo era uno stimato fotografo.

Lord Antony aveva molti scheletri nell’armadio. Tradimento dopo tradimento riuscì a fare innamorare ciecamente Margaret e a strapparle il sì.

Si sposarono con una cerimonia in grande perché lo scopo perseguito dalla coppia era soltanto uno: eclissare la Regina. Margaret, a seguito del No della sorella per il matrimonio con Peter covò rancore che portò con se nella tomba.

Lo scandalo di Margaret
Lo scandalo di Margaret – donna.nanopress.it

Dal matrimonio con Tony nacquero due figli, poi arrivò il divorzio a seguito dei tradimenti di lei con Roddy Llwellyn e di lui con molte altre donne conosciute e non. L’uomo, dopo il divorzio, si impegnò con Lucy Lindsay Hogg. Questo fu l’ennesimo scandalo per il Palazzo Reale.

Il tentativo di suicidio ancora oggi avvolto nel mistero

A seguito di tutto questo la Principessa si trovò a dover fronteggiare una situazione critica e lo fece con il supporto del nitrazepam, un sedativo o un sonnifero con il quale è probabile abbia tentato il suicidio.

A trovarla furono i collaboratori del Palazzo che pensavano fosse deceduta nel sonno a causa di overdose di farmaci poiché non riuscivano più a risvegliarla. Dopo essersi ripresa spiegò di avere semplicemente assunto più farmaci del dovuto per dormire fino al pomeriggio successivo.

Non si sa, e forse non si saprà mai, quali fossero le sue reali intenzioni. Gli ultimi anni di vita furono segnati da malattie e disabilità, complice l’abitudine di bere e fumare già a partire dall’età di 15 anni.

scandalo a Palazzo Reale – donna.nanopress.it

Era il 1985 quando le fu rimosso parte del polmone sinistro, proprio come successe al padre Giorgio VI trenta anni prima. Nel 1991 smise di fumare, ma continuò a bere. Poi, nel 1993 venne ricoverata in ospedale per una polmonite.

Nel 1998, subì un lieve ictus, successivamente a causa di un incidente in bagno riportò gravi ustioni ai piedi. Da quel momento in poi dovette usare il supporto per camminare o la sedia a rotelle.

Nel 2001 fu colpita da altri ictus che la lasciarono parzialmente cieca e semi-paralitica. Margaret apparve in pubblico in pochissime occasioni, per il centesimo e il 101º compleanno di sua madre, per il centesimo compleanno della zia, la principessa Alice.

Le sue condizioni di salute si aggravarono nel pomeriggio dell’8 febbraio 2002 a causa di un altro ictus. Venne ricoverata alle 2:30 dell’indomani al King Edward VII Hospital di Londra dove morì 4 ore dopo. Il funerale si tenne il 15 febbraio 2002.

La cerimonia si svolse in forma privata. Partecipò esclusivamente la famiglia e qualche amico più intimo. In seguito la salma venne arsa presso il crematorio di Slough e dopo due mesi le sue ceneri vennero collocate presso tomba dei genitori nella cappella di re Giorgio VI.