Lavanda sotto il cuscino, prova a metterla: i risultati sono spettacolari | Assurdo

Lavanda sotto il cuscino: l’idea è insolita, eppure non è soltanto in grado di creare una bella atmosfera romantica e profumare casa come si pensa. Può fare molto di più. 

Sonno
Dormire con la lavanda – Donna.Nanopress.it

La lavanda è un fiore dalle grandi potenzialità. È un ingrediente speciale usato in molti ambiti e contesti.

Lavanda sotto il cuscino, i mille usi di questo fiore

La lavanda, può essere usata come olio essenziale per profumare gli ambienti. In alternativa, come ingrediente per la preparazione di unguenti e creme. Non è tutto, perché possiede decine di proprietà benefiche sull’organismo e in alcuni casi può prendere il posto delle medicine.

La lavanda sotto il cuscino, ad esempio, può regalare benessere fisico e mentale. Chi ha già scoperto il trucchetto non riesce più a farne a meno. Migliora gli stati d’ansia oltre che la qualità del sonno, regala conforto e sollievo. Insomma questo fiore dalle mille sfaccettature può essere utilizzato in tantissimi modi. Anche chi inizialmente era scettico, ha sviluppato una sorta di dipendenza.

Perché mettere la lavanda sotto il cuscino, quali sono i suoi benefici

Tenere un sacchetto di lavanda sotto il cuscino potrebbe cambiare la vita. Essendo un fiore confortevole e rilassante, se messo dentro un sacchetto e posato sotto il cuscino, prima di andare a dormire, aiuta a conciliare il sonno. La lavanda contiene il linalolo, ossia una sostanza che consente di gestire meglio lo stress e l’ansia.

lavanda
lavanda – donna.nanopress.it

Di questo si sono occupati in molti. Sono stati condotti diversi studi per capire il perché della stretta relazione tra i fiori di lavanda e il sonno. Gli studi hanno dimostrato che il prodotto naturale ha delle grandi capacità di rilassamento del cervello. Ecco perché nel commercio, in pochissimi anni, hanno fatto ingresso centinaia di farmaci a base di lavanda, che sono utilizzati per curare l’ansia. 

Sempre questi studi, affermano che la lavanda ha lo stesso potere calmante del benzodiazepine, ossia il principio attivo contenuto nei farmaci ansiolitici. L’unica differenza tra i due è che i farmaci ansiolitici hanno effetti collaterali, mentre la lavanda no. Il potere lenitivo della lavanda proviene dall’olfatto. L’odore del fiore attiva, infatti, la zona del cervello stimolata dall’assunzione degli ansiolitici.

La lavanda come soluzione alla tachicardia

Chi soffre di tachicardia può provare a dormire con la lavanda sotto il cuscino e godere dei suoi effetti. Oggigiorno in molti soffrono di tachicardia, in altre parole dell’accelerazione dei battiti cardiaci che può durare per diversi minuti.

La causa scatenante del disturbo cardiaco, nella stragrande maggioranza dei casi, è lo stress, altre volte lo stato di ansia. Tutto questo solitamente è scaturito da situazioni infelici e poco serene della propria vita. In genere si attende un po’ prima di chiamare il medico. Poi si prova a stabilire la natura del disturbo insieme al medico e si va in cerca di un’eventuale cura.

In realtà, la cura tramite farmaci potrebbe non essere l’unica terapia in grado di contrastare la tachicardia. Quest’ultima, se provocata dallo stress e dall’ansia, trova soluzione nella lavanda sotto il cuscino. Il motivo è semplice, l’odore aiuta a ritrovare la serenità e di conseguenza riduce i battiti cardiaci facendoli ritornare in fretta alla normalità.

Cos’altro riesce a contrastare la lavanda

Non è finita qui perché la lavanda è in grado di lenire molti altri disturbi comuni. Ad esempio, può essere utilizzata per contrastare il mal di testa, il nervosismo, irritazioni allo stomaco, qualunque tipo di disturbo cutaneo. È un toccasana anche per i capelli. Basta usare la lavanda per ammorbidirli e addolcirli.

In commercio esistono centinaia di prodotti che contengono la lavanda, indicati per diversi usi. Ci sono creme, oli e spray. Alcuni di questi prodotti, possono essere preparati in casa, fai da te, in pochi minuti, senza spendere chissà quali cifre. Non mancano anche i cosmetici che oltretutto sono profumati.

lavanda
lavanda – donna.nanopress.it

Grazie al suo potere calmante, pur non contenendo sostanze sedative, non è soltanto in grado di conciliare il sonno, o di far ritrovare la serenità interiore. La lavanda è consigliata anche per combattere lo stress post partum.

Questo è il risultato di alcuni esperimenti condotti nel 2016. A seguito del parto, tutte le donne che si sono trovate in situazioni di malessere e disagio, hanno ritrovato la serenità semplicemente entrando in contatto con la lavanda.