Come ci si bacia nel mondo?

da , il

    Come ci si bacia nel mondo?

    Baciare è una forma di comunicazione e una dimostrazione d’amore naturale eppure non viene interpretato in maniera uguale in tutte le parti del mondo e questo dimostra che ha anche una forte valenza culturale. Agli abitanti della Papuasia basta sfiorarsi con le ciglia. Neppure i Pigmei usano la bocca ma si strofinano naso contro naso: in alcune isole della Polinesia invece questo stesso gesto si usa per dare il benvenuto agli ospiti. Nei territori del nord dell’Australia quando si accoglie un ospite invece è usanza tra gli aborigeni strofinarsi contro il suo corpo per assorbirne il sudore.

    Nei Paesi dell’Europa dell’Est il bacio tra uomini non è uno scandalo e anzi tra leader politici serve a suggellare un accordo. L’interpretazione di questa forma di bacio ricorda molto quella tra i capi mafiosi. Decisamente più fisico e passionale il contatto degli indigeni della Melanesia che, quando si baciano, arrivano perfino a mordersi labbra e lingua. Insomma questo veloce e piccolo gesto può avere significati diversi a seconda della collocazione geografica e non esiste solo il classico bacio alla francese. Ma è davvero un movimento rapido e poco impegnativo? Non proprio: pensate che quando ci si bacia si usano contemporaneamente 29 muscoli, di cui 17 solamente per muovere la lingua. Durante ogni bacio due partner si scambiano 9 milligrammi d’acqua, 0,18 di sostanze organiche, 0,7 di materie grasse, 0,45 di sale, e inevitabilmente anche milioni di batteri e di germi. Avreste mai pensato che tutto questo succede nel nostro corpo con un solo bacio?