Comunicazione di coppia: perché le donne non ascoltano gli uomini?

da , il

    Comunicazione di coppia: perché le donne non ascoltano gli uomini?

    Lo psicologo Robert Leahy ha stilato una lista dei motivi per cui gli uomini non ascoltano le donne, anche se sembra lui stesso il primo a non ascoltare noi, visto che, tra le altre cose, ci vorrebbe razionali piuttosto che emozionali; a questo punto, allora, rendiamogli pan per focaccia: mentre la sua lista rappresenta un interessante sguardo sulla rottura comunicativa tra i due sessi vista da una prospettiva maschile, sarebbe interessante realizzare un elenco di ragioni per le quali le donne decidono di non ascoltare gli uomini. Ecco qualche spunto.

    Innanzitutto quando ci gridano contro, chiudiamo le orecchie, poi lasciamo completamente stare nel momento in cui lui afferma di capire tutto quello che diciamo, ma in realtà non ne ha la benché minima idea. Sembra di essere davanti ad uno sconosciuto o addirittura di parlare due lingue diverse. Per non parlare di quando si dimostrano incapaci di provare sensibilità emotiva: se stiamo discutendo di qualcosa che in noi suscita delle emozioni (le paranoie femminili che poi in realtà hanno sempre un fondo di verità) e loro ci rispondono come fossero dei robot, in maniera meccanica, a quel punto è inutile continuare ad ascoltare ciò che ci stanno dicendo.

    E che dire di quando ci sentiamo ripetere la stessa storia (o una variazione della stessa) e siamo stufe di ascoltarla? Quando invece cercano di prendere in pugno la discussione utilizzando delle strane metafore o analogie che non hanno senso?

    Ma la cosa che più mi infastidisce è quando sembra che ci stiano facendo un favore ad ascoltarci, come per dire: ‘Si dai, lo so che adesso mi tocca starti a sentire, ma per favore fai in fretta’. No, caro! A questo punto sono io che ti taglio fuori dal mio raggio uditivo!