Conquistare un uomo, gli errori da non commettere

da , il

    Conquistare un uomo, gli errori da non commettere

    Non avete trovato in lui ciò che cercavate e lo avete lasciato. Oppure vi ha mollato lui per un’altra. Se questa è l’ennesima scena di un film già visto, preoccupatevi e domandatevi perché accade sempre la stessa cosa. Scavate a fondo nella questione, care signore. Qui c’è qualcosa che non va.

    Nulla di grave, s’intende. Ma molto probabilmente siete vittime della sindrome dell’attore: in pratica, recitate sempre la stessa parte a prescindere dalla rappresentazione, come se fosse la stessa ogni volta. Da qui anche la solita rottura, la relazione con il vostro lui termina sempre per le identiche ragioni, in un circolo vizioso che vi si ripropone puntuale. A tutto c’è un rimedio. Il segreto è riuscire a scrollarsi di dosso il personaggio che avete deciso di interpretare. Vediamone alcuni insieme.

    La buona samaritana, sempre impeccabile, che pur di non avere attriti passa sopra ogni ingiustizia e viene maltrattata dal Don Giovanni di turno. Poi c’è l’eterna principessa che, come nelle fiabe, aspetta, aspetta e aspetta il bacio del suo bel principe azzurro per ridestarsi dal sonno. Poi c’è la donna Indiana Jones sempre alla ricerca affannosa del Santo Graal. E ancora Candy Candy impegnatissima a curare le ferite causate dalla precedente storia e che si ritrova sempre da sola quando il malato, una volta terminata la convalescenza, ritorna tra le braccia della ex. Non parliamo poi della versatile pronta ad assecondare l’uomo in tutto e per tutto fino a quando lui si rende conto di avere di fronte un gambo di sedano senza personalità.

    Senza dimenticare la maga che cerca di trasformare i ranocchi brutti in fighi pazzeschi di cui poter andar fiere: scordatelo, cara Circe, né la forma, né la sostanza cambiano mai! I ruoli in cui ci si può riconoscere son tanti. L’essenziale è, una volta individuata la parte non tanto evitarne l’interpretazione, ma riuscire a vestire i panni di nuovi personaggi il più possibile calzanti a voi stesse. In poche parole: siate imprevedibili!