Convivenza: dopo quanto tempo dire sì

da , il

    Convivenza: dopo quanto tempo dire sì

    Dopo quanto tempo che sta insieme una coppia, si può dire realmente pronta per dividere lo stesso tetto? Svegliarsi insieme, fare l’amore in continuazione, dividere ogni attimo della propria giornata in casa, ma convivenza non vuol dire solo questo.

    Ci sono anche i calzini da lavare, i pranzi da cucinare, la spesa da fare e ancora i litigi da saper gestire, punti di vista divergenti da mettere d’accordo, i compromessi a cui arrivare. Come facciamo a capire se siamo realmente pronti a condividere tutto ciò con la persona che amiamo?

    Andare a convivere dopo pochi mesi

    Convivenza: dopo quanto tempo una coppia è pronta a dividere lo stesso tetto?

    Andare a convivere dopo pochi mesi che si sta insieme non è mai una buona idea per la semplice ragione che i primi tempi di un rapporto sono quelli in cui ognuno di noi dà il meglio di se stesso, tutto è magico, romantico, ci sembra di toccare il cielo con un dito… i nodi vengono al pettine solo più avanti. All’inizio è tutto uno splendido idillio, in cui si fa fatica a capire come si è vissuti fino a quel momento senza colui che ci appare come il grande amore della nostra vita. Ma durerà? Solo il tempo può dirlo e allora perché non aspettare per prendere decisioni realmente importanti? E quella di andare a vivere insieme sicuramente lo è.

    Andare a convivere dopo molto tempo che si sta insieme

    Convivenza: dopo quanto tempo una coppia è pronta a dividere lo stesso tetto?

    Allora andare a convivere dopo molto tempo che si sta insieme è sicuramente la cosa giusta da fare? Nemmeno, perché il fatto che conosciamo tutto a memoria l’uno dell’altro non è affatto una garanzia che la vita comune andrà a meraviglia. La convivenza è un banco di prova importantissimo per una coppia, tanto o poco sono concetti assolutamente relativi quando si tratta di stabilire quando si è veramente pronti a fare il grande passo. La verità è che non c’è un tempo giusto in assoluto, ma ciascuna coppia ha dei tempi suoi propri che dovrebbe valutare senza l’ossessione di voler bruciare le tappe né tanto meno con la paura che non sia mai il momento giusto.

    Foto d’apertura di JLStricklin