Divorzi in aumento, arriva la tassa sugli amori finiti

da , il

    Divorzi in aumento, arriva la tassa sugli amori finiti

    I Conservatori avevano preannunciato in Gran Bretagna leggi a favore del matrimonio ma la linea di intervento scelta è senza dubbio originale. In base alla nuova normativa le coppie sposate con figli che decidono di lasciarsi dovranno pagare una tassa per il divorzio. L’iniziativa servirebbe a contrastare l’aumento dei divorzi e al tempo stesso a finanziare il sistema inglese che gestisce le pratiche di affidamento dei minori.

    Una fonte governativa ha spiegato al Sunday Telegraph che si tratta di un modo per far capire alle coppie sposate che il divorzio non è una decisione da prendere alla leggera e che deve essere veramente l’ultima soluzione possibile. Nel caso in cui la norma venisse approvata bisognerebbe studiare il modo di tassare i coniugi divorziati. E’ ancora da stabilire l’ammontare della tassa che sembra graverà su entrambi i genitori. La misura ha già suscitato polemiche e in molti hanno avanzato il dubbio che, aldilà delle prese di posizione moraliste, vi sia l’esigenza di coprire le falle economiche del welfare inglese. In realtà, come accennato sopra, i fondi dovrebbero servire a finanziare la Child Maintenance and Enforcement Commission (Cmec), l’agenzia che supervisiona il lavoro della Child Support Agency (Csa), l’authority che supervisiona la gestione dei figli di coppie separate. In futuro si pensa perfino di abolire la Cmec obbligando i genitori a richiedere l’intervento di specialisti per tutelare i figli. Certo non saranno contenti i separati tassati. Voi che ne pensate: potrebbe essere un deterrente per ridurre i divorzi? Forse sarebbe più opportuno risolvere il problema all’origine e capire come mai tante coppie divorziano.