Il piacere femminile attiva oltre 80 aree del cervello

da , il

    Il piacere femminile attiva oltre 80 aree del cervello

    Che il piacere femminile provocasse delle sensazioni molto intense è cosa nota a tutti, ma che attivasse addirittura oltre 80 aree del cervello è una scoperta recente, effettuata e personalmente testata da una sessuologa 54 enne di nome Nan Wise.

    La donna, infatti, si è volontariamente sottoposta a una scansione MRI (Magnetic Resonans Imaging), con l’intento deliberato di scoprire cosa accade al nostro cervello durante l’orgasmo. Dopo essere arrivata al culmine del piacere praticando l’autoerotismo la sessuologa ha scoperto che sono oltre 80 le aree del cervello che vengono stimolate.

    I risultati della risonanza MRI parlano chiaro: all’inizio dell’attività di auto stimolazione le aree del cervello coinvolte erano poche, ma man mano che l’intensità del piacere aumentava si accendevano progressivamente molte altre aree, fino ad arrivare a circa un’ottantina di aree cerebrali coinvolte.

    Un altro dato significativo che emerge dallo studio è quello relativo al fatto che il piacere femminile parte dalla corteccia sensoriale, nelle zone relative agli organi genitali e si propaga fino al sistema limbico, lo stesso coinvolto nelle emozioni e nella memoria. Quando il piacere femminile raggiunge l’apice, poi, sfociando nell’orgasmo viene coinvolto pure l’ipotalamo, che rilascia ossitocina, il cosiddetto ormone dell’amore. Poi, quasi come se si verificasse un black out, dopo l’orgasmo, il cervello si spegne.

    Appare, dunque, evidente come l’attività sessuale sia tra le poche attività, se non l’unica, in grado di attivare contemporaneamente così tante aree del cervello provocando una sensazione di benessere generale all’intero organismo. Segno evidente che il segreto per star bene sta dentro di noi, dobbiamo solo trovare la chiave per attivarlo, il che tutto sommato, non dovrebbe rivelarsi nemmeno tanto spiacevole…