Il sex appeal dell’uomo si misura guardandogli le mani

da , il

    Il sex appeal dell’uomo si misura guardandogli le mani

    Come capire al primo incontro se l’uomo che abbiamo puntato ha un buon sex appeal? Pensate che secondo una recente ricerca, oltre a percepirlo con il nostro sesto senso femminile ci basterebbe anche solo guardargli le mani, infatti avrete notato che la maggior parte degli uomini ha il dito anulare più lungo dell’indice mentre noi donne no. Più sarà lungo l’anulare rispetto all’indice più sarà alto il tasso di testosterone nel suo corpo dunque anche il suo sex appeal ne guadagnerà.

    La ricerca è stata condotta dal team di biologi Martin Cohn e Zhengui Zheng della University of Florida che affermano dunque che la quantità di testosterone nel corpo, il sex appeal e la capacità di conquistare dell’uomo vengono stabilite già nel grembo materno e sarebbero identificabili anche dalla lunghezza del dito anulare.

    Il Dottor Cohn afferma a questo proposito che ‘gli ormoni sessuali influenzano la lunghezza delle dita e il rapporto è stabilito prima che l’osso venga sviluppato. Questo avviene in un particolare e breve momento dello sviluppo nell’utero, ma rimane per tutta la vita‘.

    Non è la prima volta che viene sostenuta una tesi di questo tipo, infatti, già qualche anno fa, i ricercatori dell’Università di Ginevra, e quelli della Warwick University, che avevano dimostrato che esiste uno stretto rapporto tra la maggiore lunghezza del dito della mano e dei minori rischi di ammalarsi di cancro alla prostata, questo sempre in relazione al tasso di testosterone presente nel corpo.

    Dunque non sembrerebbe proprio una bufala, da oggi occhi alle mani non è più solo una questione di feticismo ma anche di … sex appeal!