Imparare ad amare: tutti a scuola d’amore

da , il

    Imparare ad amare: tutti a scuola d’amore

    A Settembre i ragazzi italiani sono tornati tutti sui banchi di scuola ma c’è anche una scuola molto particolare che ha aperto e che sta già riscuotendo molto successo: è la scuola d’amore di Carla Muschio dove gli studenti si iscrivono per imparare ad amare. Frequentando il corso si impara infatti a non commettere gli errori comuni in amore: la premessa di fondo da cui parte l’ideatrice del progetto è infatti quella che spesso in amore si sbaglia proprio per via dell’ignoranza. Studiare e applicarsi è un modo per conoscere l’amore e ridurre gli errori in cui anche l’ideatrice del progetto ammette di cadere.

    L’obiettivo delle lezioni è quello di guidare gli studenti attraverso un percorso nella letteratura romantica: a fine anno si ottengono una pagella e un diploma e si può partecipare al concorso per vincere un viaggio a Londra. L’idea della Scuola d’Amore è nata una decina di anni fa dall’analisi della figura di Natasha in Guerra e pace di Tolstoj: un personaggio che è l’impersonificazione della seduzione e dell’amore dato e ricevuto. Il progetto, inizialmente limitato ad un libro è diventato più ambizioso e si trasforma in scuola. Chi vuol prendere parte alla scuola non deve far altro che leggere, tutti i lunedì, la lezione settimanale e svolgere gli esercizi assegnati. Ad esempio vengono proposti dei quiz che chiedono di collegare il titolo di un’opera all’autore. Spesso dei romanzi vengono proposte frasi scoordinate o passaggi con nomi dei protagonisti modificati. Chi indovina guadagna un punto. Ci sono anche esercizi di scrittura, ad esempio scrivere il testo tipo di una discussione tra innamorati. Per ottenere il diploma servono 20 punti quindi anche chi si iscrive in ritardo con impegno può recuperare. C’è da scommetterci che i giovani saranno più attenti a queste lezioni e più zelanti che a scuola.