Si può perdonare un tradimento purché non diventi pubblico

da , il

    Si può perdonare un tradimento purché non diventi pubblico

    Si può perdonare un tradimento o tradire la fiducia dell’altro è uno strappo irreversibile destinato a non ricucirsi mai? Dietro l’annosa questione sono sorti fior di dibattiti, ma per ovvie ragioni non si è mai giunti ad un verdetto definitivo e univoco.

    Se perdonare o non perdonare un tradimento, infatti, rimane una scelta individuale assolutamente personale. Ciò nonostante 8 donne su 10 sostengono che si può perdonare un tradimento purché questo non diventi di pubblico dominio.

    E’ quanto emerge da un recente sondaggio promosso da Incontri-ExtraConiugali.com, portale dedicato alla scappatella. Secondo l’indagine condotto dagli esperti in materia di tradimento il 78% delle donne non perdonerebbe mai un tradimento se questo diventasse pubblico e sfrontato. La cronaca è zeppa di questi esempi, soprattutto per quanto riguarda i vip. Vedi la coppia (ormai ex) formata dagli attori Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini o quella ben più nota formata da Bill e Hillary Clinton.

    L’aspetto più curioso di questo sondaggio è quello relativo al fatto che il 18% delle intervistate si è dichiarata capace di determinare con esattezza il giorno in cui il marito le ha tradite. Palla di cristallo? No, ancora una volta è il linguaggio del corpo ad essere spia del comportamento umano e nel 67% dei casi l’atteggiamento corporeo dei maschietti traditori rivela ciò che dovrebbe rimanere segreto.

    Esiste anche un 22% di donne che risale al tradimento dalle attenzioni inaspettate ed eccessive che il partner ad un certo punto riserva loro o dai regali estemporanei (11%).

    L’uomo, invece, più difficilmente capisce che la moglie ha una relazione extraconiugale. Ma nel malaugurato caso in cui dovesse accorgersene, secondo il sondaggio di Incontri-ExtraConiugali.com, nel 92% dei casi non sarà affatto disposto a passarci sopra.