Stare insieme ma vivere separati: il fenomeno delle coppie lat

da , il

    Stare insieme ma vivere separati: il fenomeno delle coppie lat

    In Inghilterra le chiamano lat (Living Apart but Togheter): da noi non esiste una locuzione così specifica ma spesso ci riferiamo a loro come ‘gli eterni fidanzati’. Sono le coppie che decidono di non convivere o sposarsi per non rinunciare ai propri spazi. Non si tratta di storie superficiali o poco impegnative: si condividono tante cose, solo che quando cala la notte ognuno si addormenta nella propria casa e lì si sveglia la mattina dopo, da solo e in totale privacy. E’ proprio la necessità di mantenere la propria privacy e autonomia il motivo principale che spinge sempre più coppie a scegliere questo modo di stare insieme, impensabile fino a qualche anno fa.

    La tendenza ha preso origine proprio dall’Inghilterra, dove già nel 2007 erano una su venti le coppie che si organizzavano così, ma oggi è più diffusa di quanto si pensi anche nel nostro Paese. Il sindaco inglese Boris Johnson abita in un appartamento a 100 metri da quello in cui vivono moglie e figlie. In alcuni casi le motivazioni sono di tipo fiscale ma più spesso si tratta di scelte consapevoli e volontarie. Incide anche il fatto che ci si sposa sempre più tardi e in molti hanno già vissuto da soli e hanno sperimentato la propria indipendenza. Naturalmente sono necessari anche presupposti economici perché mantenere due case non è alla portata di tutti: la tendenza è ad esempio molto diffusa tra vip, ad esempio Angelina Jolie e Brad Pitt che durante le riprese di Salt a Long Island hanno alloggiato in strutture diverse. Seguono questo esempio anche Tim Burton e la moglie Helena Bonham Carter che addirittura a Londra possiedono tre case adiacenti. Tra i primi ‘adepti’ anche Woody Allen e l’ex compagna Mia Farrow, che abitavano alle estremità opposte di Central Park a Manhattan.