Vestirsi bene: visioni diverse tra uomini e donne

da , il

    Vestirsi bene: visioni diverse tra uomini e donne

    Amore. Questa dovrebbe essere l’unica parola, l’unico sentimento e l’unico motivo di attrazione tra due persone. Purtroppo però i parametri cambiano in continuazione e più passano gli anni, più si fanno complicati. Uno di questi è rappresentato dall’abbigliamento. Bene, qualcuno può obiettare dicendo che anche una donna bellissima può innamorarsi di un buzzurro e viceversa, ma sono casi isolati. Nella norma, si fa molto caso a come una persone si veste. Sia essa di sesso femminile che maschile, c’è insomma un’aspettativa che si crea e che non fa bene all’amore.

    Il concetto di vestirsi bene è un po’ come quello del cane che si morde la coda. Le donne lo fanno semplicemente perché a loro piace, sono vanitose, impazziscono per lo shopping; dall’altre parte gli uomini (la maggior parte, non tutti), indossano abiti fashion e seguono determinate tendenze perché sanno che vestirsi bene piace alle donne. Se di colpo sparissero gli uomini, i centri commerciali e le boutique continuerebbero ad esistere senza neanche accorgersi che manca quasi la metà della popolazione. Addirittura i negozi di intimo non farebbero una piega. Immaginate il contrario: probabilmente, in un mondo senza donne, farebbe affari solo chi vende tute..o foglie di fico!

    Ma il punto di incontro c’è, eccome: ad esempio le donne impazziscono per l’uniforme, e lo stesso fanno gli uomini! Ma i motivi sono ben diversi. Se il gentil sesso è attratto dalla divisa in quanto segno di mascolinità, i discendenti di Adamo la adorano sia perché si sentono qualcuno sotto di essa, sia perché la loro unica preoccupazione mattutina è quella di trovare delle mutande pulite!

    Nutriamo quindi tutti aspettative reciproche, ma l’aspettativa contamina la purezza dell’amore e in un certo senso lo rende meno spontaneo.