Vita sessuale di coppia: ti senti tradizionalista o intrepida?

da , il

    Vita sessuale di coppia: ti senti tradizionalista o intrepida?

    La vita sessuale di coppia ha di solito questo andamento: sfavillante e abbondante all’inizio, appena sufficiente e piatta in seguito, con calo del desiderio. Perché? La risposta è una sola: la routine, che se non rinnovata e sostituita da nuove esperienze ed emozioni, finisce per prevalere sul rapporto, fino a spegnerlo. Sessualmente parlando. Di questo problema se ne occupano da tempo i sessuologi e uno dei più famosi, lo statunitense Ian Kerner, ha sintetizzato la questione nel suo ultimo report per la CNN. Secondo lui la compatibilità sessuale si divide semplicemente in due categorie: i tradizionalisti (o ‘creature comode’, come li definisce Kerner) e gli intrepidi (o i thriller seekers).

    La differenza tra le due tipologie si riassume nella diversa visione del rapporto sessuale: le creature comode di solito non fanno nulla di particolare a letto, si godono la routine finché non diventa monotona e poi cadono in un’abitudinaria consuetudine. I thriller seekers, invece, sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, che li ecciti e che tenga sempre attiva la loro fantasia sessuale. Chiariamo bene con un esempio: i primi lo farebbero solo a letto o tutt’al più sul divano, i secondi anche in tenda, nell’ascensore, in riva al mare o nella toilette del ristorante.

    Di norma, ad attrarsi non sono gli opposti, ma i simili, cioè i tradizionalisti con i tradizionalisti e gli intrepidi con gli intrepidi: ma cosa accade quando si incontrano due tipologie diverse? Non è certo facile, ma, suggerisce Kerner, parlando chiaramente con il partner delle proprie esigenze sessuali, è naturale arrivare ad una sorta di accordo: meno pepe da una parte, meno inibizione dall’altra.

    Se, al contrario, si trovano di fronte un purista tradizionalista ed uno intrepido, ambedue riluttanti ad accettare le proposte del partner, vuol dire che la coppia non ha senso di esistere.

    E voi come vi sentite? Thriller seekers o creature comode?