Botox in aumento, cala il fitness

da , il

    Botox in aumento, cala il fitness

    L’analisi viene dall’Australia, ma poiché spesso l’Europa fa proprie mode e comportamenti d’oltre oceano iniziare già a farsi un idea di ciò che verrà potrebbe aiutare a preparaci, c’è da chiederci se al peggio o al meglio. A quanto pare la tendenza è aumentare le iniezioni di Botox, e trattamenti estetici in generale, a discapito del fitness, perchè mantenere le apparenze è molto più importante della salute. Mentre il consumo di cosmetici sta lentamente riprendendo, la palestra sta avendo uno stop davvero insolito.

    I dati parlano chiaro, gli australiani preferiscono apparire perfetti, e belli, senza faticare troppo e senza farsi troppi crucci per la loro salute, perchè andare in palestra non è solo un fattore estetico ma aiuta l’intero organismo a stare meglio, mentre il Botox gonfia, cambia, modella la bellezza, senza togliere nulla alla sua utilità non contribuisce al benessere fisico del corpo.

    A quanto pare la gategoria più incline ai trattamenti di chirurgia estetica sono le donne, ma la spiegazione dei medici australiani è diversa dalle tanto acclamate teorie dell’autostima. Pare infatti che a loro avviso il motivo stia nel tempo, le procedure richieste dalle donne necessitano di poco tempo, si eseguono durante la pausa pranzo, e quindi risultano molto convenienti e fattibili.

    Il desiderio femminile è sempre lo stesso in ogni angolo del globo del primo mondo, nel terzo credo che fame e sete rimangano i principali bisogni, ottenere un aspetto più giovanile senza alterare il volto con la chirurgia. Donne tra i 30 e i 40 anni, mentre gli uomini sembra inizino a interessarsi ora della procedura coprendo per il momento i 10%, chiedono di venire modellate, zigomi, labbra, e zone scure sotto gli occhi, i punti preferiti.