Come curare le lentiggini, dalla chirurgia estetica ai trattamenti naturali

da , il

    Come curare le lentiggini, dalla chirurgia estetica ai trattamenti naturali

    C’è chi nasce con le lentiggini e ne fa un marchio di bellezza, di carattere, vedi Vanessa Incontrada, e chi invece le combatte, le odia, ma alla fine ci convive, ma che fare quando le efelidi compaiono assieme alle rughe? Certo, nascerci è un conto ma doverle affrontare quando non si è più giovanissime e non si vuole assomigliare a Pippi Calzelunghe può diventare un problema. La comparsa delle lentiggini può dipendere da diversi fattori, cambiamento della pelle, eccessiva esposizione al sole, sono solo due tra le cause più comuni, che fare?

    Le soluzioni sono diverse, dalla chirurgia estetica poco invasiva, come il peeling, capace di cancellare le rughe e uniformare il colore, al Yellow Peel, un peeling chimico composto da un mix di sostanze che esfolia con delicatezza la pelle, attenuandone le macchie. Il Yellow Peel è una novità nel settore dell’estetica, si applica sul viso come una maschera per circa mezz’ora, e viene ripetuto per almeno tre trattamenti, ma pare che già dalla prima applicazione sia possibile ammirarne i risultati. Questi metodi non danno però risultati definitivi.

    Altri metodi usati sono gli acidi alfa idrossi su base regolare, acido ialuronico, trattamento con azoto liquido o altre sostanze chimiche come la Treitoina, l’Idrochinone e l’ acido KOJIC. Tutti da usare con molta attenzione e sotto la guida di un dermatologo.

    Esistono rimedi naturali? Pare che il succo di limone aiuti la lotta contro le lentiggini, basta applicare il succo con le dita. Altro aiuto viene dato dalla vitamina C, la vitamina C infatti aiuta la pelle a diventare meno sensibile al sole, prevenendo così la comparsa delle efelidi. Secondo gli esperti la maggior cura contro le lentiggini è la prevenzione, quindi la protezione costante dal sole.