Smalto nero o blu? Notte stellata di Sonia Kashuk

da , il

    Smalto nero o blu? Notte stellata di Sonia Kashuk
    Anche se i colori di smalto per unghie sono diventati essenzialmente senza stagione, gravitano in qualche modo sempre verso le tonalità più tipiche associate a determinati climi. Pastello o colori accessi per l’estate, toni scuri e profondi per l’inverno. A metà stagione estiva capita però di avere voglia di indossare uno smalto nero o blu, che emergono con un impatto notevole tra il caldo soffocante dell’estate. Dalla passata collezione di smalti Sonia Kashuk prendiamo ad esame Starry Night [Notte Stellata].

    Lo smalto Sonia Kashuk Notte Stellata è privo di canfora, e la nuance è contenuta in una bottiglia di vetro dalla forma quadrata con tappo liscio metallico, molto simili agli smalti Inglot, altro marchio molto interessante, da tenere sotto occhio. Lo smalto non si applica però in maniera semplice in quanto le setole del pennello applicatore sono si flessibili ma non così ravvicinate da permettere una stesura controllata della nuance. Dall’altro lato la pigmentazione di Notte Stellata di Sonia Kashuk è semplicemente fenomenale, morbida e duttile. Appena due passate bastano per renderlo opaco con una finitura liscia e lucida.

    Sonia Kashuk Starry Night ha una base nera con con micro scintillii di argenteo sparsi in tutto il composto. E’ difatti un tipo di cielo stellato che si può ammirare quando il paese è completamente al buio. Una tonalità cupa e tetra illuminata da tanti micro riflessi che la rendono elegante e raffinata. Inchiostro alla base lucido molto lontano dallo smalto nero opaco CND Blackjack o dalle macchioline, in realtà riflessi verdi, che spuntano di tanto in tanto, come a volere creare una base di grafite, dello smalto Chanel Black Pearl della collezione primavera 2011. Di solito l’aggiunta di riflessi o glitter in modo significativo alleggeriscono uno smalto nero, ma nel caso di Notte stellata di Sonia Kashuk lo potenziano ancora di più.