Taglio di capelli con frangia: quando sceglierlo

da , il

    Taglio di capelli con frangia: quando sceglierlo

    In fondo il taglio di capelli con frangia non passa mai di moda, però ci si chiede quando sceglierlo e quando no. Sta bene indistintamente a tutte e a tutti i tipi di capelli? Ebbene sì, sta bene a quasi tutte le tipologie di volto, tuttavia non piace a tutte. La frangia per alcune donne è irrinunciabile, per altre un fastidioso ornamento, che rende solo la vita più difficile.

    La frangia a volte è in grado di correggere alcuni difetti della forma del viso, conferendo alla persona un ovale perfetto. Ci sono casi in cui è esclusivamente la frangia che consente di dare armonia ai lineamenti.

    La frangia piena è appropriata per chi ha la fronte alta: da un lato consente di riempire molto spazio, dall’altro corregge un’attaccatura troppo alta. Se non piace la si può sempre sfrangiare, ossia alleggerire solo sulla parte finale delle punte, sfilzando qualche ciuffetto.

    Invece chi ha la fronte piccola deve optare per una frangia irregolare che parte dalla sommità del capo e forma un triangolo che si allarga verso le sopracciglia.

    La frangia laterale, è per chi non è convinta di volere una frangia vera e propria ma un semplice ciuffo che sveltisca il proprio taglio di capelli.

    La sottofrangia è una frangia cortissima, per capire di cosa parliamo basta che ricordiate l’Audrey Tautou del film Il Meraviglioso mondo di Amelie. Questa opzione serve ad armonizzare, quando ci sono, le imperfezioni dell’attaccatura dei capelli.

    Foto di kk+