Vendere i capelli: un motivo in più per darci un taglio!

da , il

    Vendere i capelli: un motivo in più per darci un taglio!

    Ti piace tanto quel taglio corto stile maschietto ma non trovi il coraggio di farlo? Hai mai pensato di vendere i capelli tagliati? L’idea di guadagnare con la propria chioma può essere uno stimolo in più per trovare il coraggio di darci un taglio: quantomeno saprai che i tuoi bei capelli lunghi non sono stati ‘sacrificati invano’! Sono sempre più le donne, ma anche qualche uomo a dire il vero, che accettano di vendere i propri capelli e guadagnano con la loro bellezza. In fondo anni e anni di balsamo, creme ricostruttrici, spazzola e pazienza dovranno pur essere ricompensati in qualche modo no? Ma come si possono vendere i capelli? A chi bisogna rivolgersi e quanto è possibile guadagnare?

    Andiamo con ordine. Proprio come qualsiasi altro mercato esiste la compravendita diretta e quella su internet: c’è chi vende i capelli rivolgendosi di persona alle persone che lavorano in questo settore e chi invece cerca acquirenti online. Si può provare a chiedere anche al proprio parrucchiere che, anche se non interessato in prima persona, potrebbe avere i giusti contatti. Ma chi li compra? Solitamente si tratta di aziende che realizzano extension o parrucche con capelli veri. Il pagamento è proporzionale alla lunghezza dei capelli: in media viene richiesto un minimo di 30 cm. Ma il valore del capello non dipende solo dalla lunghezza: viene valutato anche lo stato, la presenza di doppie punte etc. Vi verrà richiesta anche la circonferenza della coda per valutare lo spessore del capello e ovviamente colore e etnia. A volte dai parrucchieri vengono offerti il taglio e la messa in piega gratuiti in cambio della possibilità di conservare i capelli mentre solitamente le aziende sono disposte a pagare di più. Arriva l’estate e il corto sbarazzino è sempre più di moda: è giunto il momento di darci un taglio!