Canarino, come curarlo al meglio

da , il

    Canarino, come curarlo al meglio

    Chi di noi non ha mai posseduto un canarino o non ha mai pensato di acquistarlo? Questo simpatico e grazioso animaletto allieterà le vostre giornate con il suo canto e inoltre potrà essere tenuto anche da i meno esperti e da coloro che non dispongono di molto spazio. Ecco quindi un’utile guida per allevarlo al meglio. Innanzitutto ci occorre una gabbia per uccelli di dimensioni tali da permettere al canarino di muoversi liberamente, esercitarsi un po’ nel volo e quindi poter allenare la muscolatura. Nella gabbia dovranno essere posti anche dei rami naturali o artificiali che gli permetteranno di riposare o dormire. E’ consigliabile anche acquistare una piccola altalena in modo da farlo giocare e allietare così le sue giornate.

    Nella gabbia andranno disposte anche due mangiatoie (di piccole dimensioni), una verrà utilizzata per la miscela di semi, l’altra per il pastone di biscotto tritato (giallo o rosso a seconda della colorazione del vostro canarino). E’ opportuno in ogni caso acquistare mangimi di buona qualità per favorire lo sviluppo e la crescita del vostro amichetto pennuto. Quest’alimentazione di ‘base’ dovrà essere integrata con altri prodotti come la mela, l’insalata e la carota da somministrare almeno due volte alla settimana.

    Per quanto riguarda gli abbeveratoi è sufficiente acquistare e collocare nella gabbia un beverino. E’ consigliabile (soprattutto in estate) sostituire l’acqua una volta al giorno, inoltre a ogni cambio pulire con cura il fondo del beverino per evitare che restino residui di cibo o sporcizia varia che possono portare alla formazione di colonie batteriche ed incrostazioni di sporco dannose per il nostro canarino. Infine è fondamentale la buona tenuta e la pulizia della gabbia. Per tenerla al meglio, utilizzate una griglia di separazione per evitare il contatto diretto delle zampette del canarino con le feci e ponete al di sotto di questa dei fogli di giornale (da sostituire almeno 2 volte alla settimana) per facilitare la pulizia della gabbietta.