NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Come coltivare lo zenzero in casa

Come coltivare lo zenzero in casa
da in Casa, Fai da te, Orto, Piante aromatiche
Ultimo aggiornamento:
    Come coltivare lo zenzero in casa

    Coltivare lo zenzero in casa è abbastanza semplice. Lo zenzero (Zingiber officinalis Roscoe) è la radice di una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zinziberacee che presenta una forma irregolare, più o meno allungata e bitorzoluta. La pianta, invece, presenta steli eretti con due file di foglie e spighe di fiori profumati bianco-giallastri o rossi. Lo zenzero si utilizza soprattutto in cucina. In particolare, la parte più impiegata e richiesta della pianta è la radice fresca o la sua polvere essiccata, ma, anche i germogli, le foglie e le infiorescenze della pianta possono essere impiegate in cucina crude oppure cotte. Per coltivare lo zenzero in casa per prima cosa abbiamo bisogno di una radice fresca proveniente da una pianta già messa a dimora.

    La radice deve essere poi messa a dimora preferibilmente in un vaso di coccio abbastanza largo e profondo (generalmente deve essere utilizzato un vaso da 5-10 litri). La radice va posta in profondità e al centro del vaso, avendo cura di ricoprirla completamente con del terriccio universale. Un fattore fondamentale per coltivare correttamente lo zenzero in casa è l’annaffiatura. In genere, le pianta richiede un apporto d’acqua regolare e costante. L’annaffiatura delle zenzero diventa obbligatoria se il terreno appare secco e asciutto. Per coltivare correttamente lo zenzero in casa particolare attenzione deve essere posta ai ristagni idrici che possono portare all’insorgenza di fitopatologie fungine note come marciumi radicali.

    Una volta messo a dimora la radice dello zenzero, la pianta deve essere esposta in una zona soleggiata, ma non al contatto diretto con i raggi solari. Inoltre, se la pianta viene coltivata principalmente per essere impiegata in cucina, è da evitare l’apporto di concimi chimici. In questo caso, per coltivare lo zenzero in casa, è preferibile optare per un fertilizzante naturale composto da terra e fondi di caffé. Infine, quando dal vaso emerge un tratto di tubero lignificato (generalmente in inverno) significa che è arrivato momento di dissotterrare la radice, da utilizzare in cucina fresca o essiccata.

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CasaFai da teOrtoPiante aromatiche
    PIÙ POPOLARI