Come combattere le zanzare tigre

da , il

    Come combattere le zanzare tigre

    Insetticidi, gerani odorosi, citronella, salvia, lavanda…quante ne abbiamo provate contro le zanzare? Eppure loro sono sempre lì, resistenti e moleste. C’è chi però non si arrende e ha adottato addirittura una sorta di lotta biologica alle zanzare tigre, tra tutte, sicuramente le più moleste.

    In cosa consiste? Secondo l’agronomo Fabio Grattarola per combattere le zanzare tigre basta semplicemente un bicchiere di plastica nero riempito per metà di acqua e lasciato nel terreno per non più di 5 giorni. Facile come bere un bicchier d’acqua, direte voi, solo che in questo caso l’acqua anziché berla bisogna lasciarla nel terreno come trappola.

    Secondo l’esperto, che ha condotto uno studio sperimentale nel comune di Aqui Terme, l’acqua lasciata in un bicchiere serve ad attirare la zanzara femmina che depone le sue uova. Dopo 5 giorni non bisogna fare altro che svuotare il bicchiere gettando l’acqua nel terreno, in questa maniera le uova che vi sono state deposte o le larve che si sono formate nel frattempo, a contatto con il suolo e senza acqua moriranno.

    Tutto qui? Sì, stando a quanto sostenuto da Fabio Grattarola. L’esperto raccomanda semplicemente di eseguire in maniera attenta questa semplice procedura. ‘La zanzara tigre – spiega – è un insetto stanziale, percorre al massimo nella sua vita 150-200 mt e dunque è facile attirarla in una ovitrappola‘.

    Che ne dite? Vi va di testare la vostra personale ovitrappola? Fateci sapere come è andata, dopo.