Come non piangere tagliando le cipolle

da , il

    Come non piangere tagliando le cipolle

    Uno dei crucci della cucina è quello di cercare di non piangere quando si tagliano le cipolle. Un’impresa quasi impossibile, che in alcuni casi, e per alcune persone, diventa una vera e propria ossessione. Il problema risiede principalmente nell’emissione di sostanze irritanti, per gli occhi, da parte della cipolla. I metodi per non piangere però sono davvero tanti, a volte anche piuttosto bizzarri, ma nella maggior parte dei casi efficaci. Se volete tagliare le cipolle senza dover lacrimare leggetevi i seguenti trucchi da cucina, qualcuno sarà sicuramente quello adatto alla vostra situazione.

    Il rimedio più classico per non piangere tagliando le cipolle è quello di indossare degli occhialini per il nuoto, in modo da proteggere i vostri occhi in modo totale. Gli occhiali da vista non sortiscono alcun effetto.

    Se non li avete oppure non vi va di utilizzarli, procedete con dei metodi diversi, che potrebbero sembrarvi anche alquanto strani in un primo momento.

    Immergete la cipolla in un bicchiere d’acqua per alcuni minuti prima di sbucciarla e vedrete che non rilascerà alcuna sostanza irritante.

    Alcuni propongono invece di tagliare la cipolla direttamente dentro l’acqua, sicuramente molto efficace, ma al tempo stesso piuttosto scomodo. Il vantaggio è che però vi permetterà di rimuovere l’odore di cipolla dalle mani più facilmente.

    Tra i rimedi più eccentrici per non piangere c’è quello di tagliare la cipolla con la bocca piena d’acqua, oppure quello di mettersi un limone aperto in bocca, perché si ritiene che il frutto abbia la proprietà di attirare la sostanza irritante rilasciata dalla cipolla.

    Come vedete potete sbizzarrirvi con le varie prove e valutare quale risulta più consona alla vostra personalità, alle vostre esigenze e soprattutto quale si dimostra più efficace.