Come pulire le cozze, tecnica e consigli

da , il

    Come pulire le cozze, tecnica e consigli

    Anche un’operazione all’apparenza molto semplice, come pulire il pesce o le cozze, può risultare complessa a chi è alle prime armi in cucina. In realtà, la procedura per pulire correttamente le cozze, è molto semplice e veloce e, seguendo una serie di utili consigli, può essere effettuata tranquillamente anche dai meno esperti. Il procedimento per pulire questi molluschi si basa principalmente su quattro fasi. Per prima cosa, dobbiamo eliminare tutte le cozze che sono rotte (totalmente o parzialmente) o eventualmente aperte (anche solo parzialmente). Una volta selezionate soltanto le cozze chiuse, utilizzando un coltello, dobbiamo raschiare la superficie eliminando l’eventuale presenza di alghe o di residui vari.

    Successivamente, procediamo staccando il bisso dalla cozze (ossia il filamento che fuoriesce da un lato della cozza). Per compiere questa operazione, è sufficiente tirare energicamente il bisso. E’ importante ricordare che all’interno del mollusco possono rimanere dei residui di bisso, quindi, quando mangiamo le cozze, è indispensabile controllare sempre la presenza di eventuali residui del filamento.

    Successivamente, laviamo accuratamente le cozze in acqua corrente sfregandole l’una con l’altra; in questo modo, elimineremo gli eventuali residui rimasti attaccati al guscio esterno delle cozze. Inoltre, è sufficiente eliminare solo i filamenti più evidenti e quindi non è necessario rendere le nostre cozze lucide e spendenti. Le nostre cozze sono completamente pulite e pronte per essere preparate. E’ opportuno ricordare che le cozze non vanno mai consumate crude, in quanto, l’attuale inquinamento dei mari non permette di mangiarle in questo modo.