Come rendere cipolla e aglio digeribili

da , il

    Come rendere cipolla e aglio digeribili

    Sappiamo che rendere cipolla e aglio digeribili aiuterebbe in modo decisivo la qualità della nostra alimentazione visto che proprio aglio e cipolla sono i pilastri della nostra cucina: senza di essi alcuni sapori tipici non esisterebbero. Il soffritto è pesante? Condire i peperoni arrosto con l’aglio non ve li fa digerire? Esistono dei metodi per rendere digeribili cipolla e aglio e poterli quindi continuare ad utilizzare senza troppi problemi, sfruttando le loro numerose proprietà benefiche. Vediamoli e cerchiamo anche di sfatare qualche mito e credenza popolare che può portare a conclusioni sbagliate.

    Il modo migliore, classico, per rendere l’aglio facilmente assimilabile è quello di eliminare la sua anima, cioè la parte verde centrale che causa anche l’alito cattivo. La cipolla, invece, diventa meno digeribile quando è vecchia e molla, quindi è sempre consigliato consumarla quando è ancora solida e compatta.

    Un luogo comune da sfatare è quello che vuole aglio e cipolla crudi più difficili da digerire rispetto a quando sono cotti; questo è vero solo in parte, perché creano sì delle difficoltà a chi soffre di gastrite o di acidità di stomaco, ma allo stesso tempo gli enzimi digestivi contenuti in entrambi vengono soppressi con la cottura.

    Praticamente aglio e cipolla crudi posseggono delle proprietà digestive.

    Al contrario, se rosolati o bruciacchiati diventano più pesanti, soprattutto se abbinati a cibi ricchi di grassi. Un abbinamento ideale, per rendere aglio e cipolla più digeribili, consiste nel loro accostamento con erbe aromatiche fresche come la menta, il basilico, il prezzemolo, ecc.