Come rimuovere il silicone dalle piastrelle

da , il

    Come rimuovere il silicone dalle piastrelle

    Rimuovere il silicone da qualunque superficie, sia essa legno, o ceramica, o vetro, o acciaio, o alluminio, è spesso un lavoro impegnativo, perché si tratta di un materiale che non viene via molto facilmente. Per rimuoverlo servono pazienza e perseveranza.

    D’altronde il silicone viene impiegato per incollare, isolare, riempire e quindi deve esercitare una forza non indifferente alla superficie cui si applica.

    Le operazioni di rimozione del silicone riguardano soprattutto lavori di ristrutturazione o di sostituzione dei sanitari o di altri accessori per il bagno o per la cucina.

    L’esempio più classico è quello del box doccia, a parete, e per sostituirlo bisogna prima rimuovere le tracce di silicone sulle piastrelle. Vediamo come fare per bene il lavoro, in modo da non lasciare residui antiestetici.

    Se è asciutto, come capita quasi sempre, il silicone ha una consistenza gommoso e si può rimuovere il grosso utilizzando un normale coltello da cucina, a lama liscia. Successivamente si eliminano le rimanenze con un coltellino a raschietto.

    Per i residui più ostinati si possono usare anche dei solventi chimici appositi, facilmente reperibili nei ferramenta, che sciolgono il silicone e ne permettono la rimozione con una spugna ruvida.