Come scegliere il parquet per la casa

da , il

    Come scegliere il parquet per la casa

    Pavimentare casa con il parquet è una specie di sogno a cui tutte cediamo quando acquistiamo casa oppure dobbiamo ristrutturare la nostra: perchè il parquet, almeno a me, offre una sensazione di calma, calore e accoglienza ed è l’ideale per quelle abitazioni di classe ma non spudorate.

    Solitamente quando si parla di parquet in casa la domanda più ricorrente è: ma come si mantiene? E si sporca molto? Io sono dell’idea che un parquet vissuto sia molto più bello di un parquet immacolato e, abituata a pensare che la casa vada vissuta in tutta la sua interezza, non ho mai pensato che montare il parquet in tutta casa possa portare problemi ma solo benefici in termini di arredamento, riscaldamento e percezione degli ambienti.

    Sono due i parquet che possono essere montati: il prefinito e il tradizionale in legno massiccio e le due tipologie si differenziano per i tempi di posa per cui il primo è più veloce da installare e il secondo richiede più accortezze.

    In entrambi i casi va comunque valutata la tipologia di legno che deve essere duro al punto giusto per evitare che anche solo camminando in casa con i tacchi si rischi di lasciare dei buchi sul pavimento.

    Nella scelta del parquet bisogna fare attenzione al colore e le tonalità più richieste sono iroko, lapacho, teak, doussiè, ipè tabaco, padouk e wengè che bene si adattano a tutti gli ambienti e che nei secoli hanno reso il parquet uno dei tipi di pavimentazione più apprezzati nel mondo.