Come servire la frutta in modo originale

da , il

    Come servire la frutta in modo originale

    La frutta è tra i cibi maggiormente consumati durante la bella stagione, come fuori pasto per reidratarsi in una giornata calda o alla fine di una cena o di un pranzo succulenti. C’è chi semplicemente la porta in tavola su un vassoio, chi invece inizia a godere del piacere della frutta a partire dalla sua presentazione.

    Macedonie, spiedini, bruschette, frullati, sorbetti: esistono molti modi di proporre la frutta. Vediamo, dunque, come servire la frutta in modo originale.

    Spiedini di frutta semplici o caramellati

    Come servire la frutta in modo originale

    Gli spiedini di frutta colorati e golosi rappresentano non solo un modo fantasioso di portare la frutta in tavola, ma anche una maniera divertente di proporre la frutta ai bambini che di solito sono un po’ restii a mangiarla. Tutto quello che dovete fare è lavare, asciugare e tagliare la frutta a cubetti e infilzare i pezzi di frutta su ogni spiedino alternando i gusti e colori, otterrete in questa maniera degli spiedini di frutta semplici. Per gli spiedini di frutta caramellati, invece, dovrete sciogliere in un pentolino dal fondo spesso lo zucchero insieme all’acqua facendolo cuocere fino a quando non assumerà una colorazione brunita dopo di che dovrete versare il caramello ottenuto a filo su ogni spiedino e lasciare rassodare in frigo.

    Foto di ~Prescott

    Macedonia dentro l’anguria

    Come servire la frutta in modo originale

    Un’altra maniera sfiziosa di servire la frutta consiste nel preparare una macedonia classica composta da frutta di stagione, condita con succo di limone (e per chi lo desidera con un goccio di rum, maraschino o altro liquore a piacere) anziché servirla in coppette da macedonia però lo potete fare direttamente dentro i gusci della frutta: dentro una mezza anguria scavata e coreograficamente addobbata (vedi foto), ma anche dentro mezzo melone scavato o dentro il guscio dell’ananas.

    Foto sopra di rossamente e foto d’apertura di Spunique