Cucina da giardino in muratura: come e dove realizzarla

da , il

    Vivere all’aria aperta è una necessità sempre più viva in questi anni di risveglio ecologico, caratterizzati da ore di lavoro dentro uffici o case. Una cucina da giardino è un’ottima idea che può coniugare diversi aspetti della vita domestica. Essa, infatti, permette di vivere in uno spazio outdoor momenti di tradizionale quotidianità, come la preparazione ed il consumo di pasti e al tempo stesso abbraccia nuovi concetti di design. Una cucina da giardino presenta caratteristiche sia comuni che differenti rispetto ad una tradizionale; le idee ci sono, stanno crescendo di numero e sono tutte a disposizione di chi intende utilizzarle.

    La prima cosa cui pensare per una cucina da giardino è il posto, il suo collocamento; a meno che non sia autonoma, necessiterà di un accesso comodo e vicino alla casa per il reperimento di materie prime, utensili più ingombranti o anche un’alimentazione elettrica.

    È oltretutto importante che si presti un occhio di riguardo all’arredamento circostante, eliminando eventuali erbacce, secchi della spazzatura e aggiungendo vasi fioriti.

    Molti interior designer concordano sul fatto che una cucina da esterno, per funzionare bene, dovrebbe incorporare una sorta di triangolo di lavoro, costituito da tre componenti principali, cioè il frigorifero, i fornelli ed un lavandino. Il resto è accessorio.

    Infine è fondamentale pensare ad una superficie idonea ad uno spazio aperto: non possiamo certo pensare ad un laminato che si deformerebbe con pioggia e sole, oppure a metalli che vanno incontro alla formazione di ruggine. Per scelte più costose ci sono legni trattati appositamente per stare all’esterno ed elettrodomestici con l’elettronica resistente all’acqua.

    Se si opta per una soluzione economica, invece, è consigliabile tenere coperta la cucina con teli impermeabili quando non viene utilizzata.