Lampadari moderni o classici? Come pulirli bene

da , il

    Lampadari moderni o classici? Come pulirli bene

    In commercio ci sono lampadari per tutti i gusti, da quelli antichi e dall’eleganza classica, con le gocce di cristallo, a quelli dal design moderno. I diversi modelli propongono materiali vari e forme disparate. Ma qualsiasi lampadario si scelga il dilemma è sempre al momento di pulirlo. Tra le pulizie di casa questa è probabilmente una delle più laboriose e impegnative e spesso si tende a rimandarla fino a che non diventa davvero necessaria.

    La prima cosa che bisogna sempre fare è quella di staccare la corrente. La pulizia tradizionale dei lampadari in cristallo richiede un iter lungo e noioso: bisogna sganciare il corpo centrale dal soffitto e pulire ogni singolo pezzo di cristallo con acqua tiepida e detersivo non aggressivo. Una volta risciacquato il cristallo va asciugato con batuffoli di cotone imbevuti nell’alcool. Anche l’aceto conferisce lucentezza. Se si è formata ruggine si può trattare con petrolio e panno pulito. Se avete un lampadario in ottone o qualche altro metallo di tipo lucido potete passare sulla superficie uno straccio imbevuto d’alcool. Per mantenere la lucidatura esistono apposite vernici protettive. Non tutti i lampadari moderni però si possono sganciare dal soffitto facilmente: in questi casi si potrebbe essere costretti a staccare l’arredo del tutto. L’alternativa è quella di utilizzare prodotti per la pulizia spray moderni. Basta mettere un foglio di carta sul pavimento in corrispondenza del lampadario: una volta spruzzato sul lampadario, facendo attenzione a non colpire le parti elettriche, lo sporco cadrà sul giornale. In questo modo senza fatica si ottiene un risultato brillante.