Lampade a sospensione: Tahoma Eli richiama geometrie d’ispirazione floreale

da , il

    Lampade a sospensione: Tahoma Eli richiama geometrie d’ispirazione floreale

    Nel panorama dell’illuminazione interna, le lampade a sospensione sono ormai una costante, essendo diventate un elemento di design molto diffuso e di tendenza. E mentre in alcuni casi troviamo esempi di gusto neoclassico e quasi barocco, la maggior parte delle forme si fa più raffinata e leggera, spesso seguendo una vocazione minimal. La fiera Euroluce 2011, ormai alle porte, sarà la vetrina di una vasta rassegna di elementi luminosi, tra cui non mancheranno quelli proposti da Vistosi, che con le lampade della collezione Tahoma, disegnate dal giovani designer Andrea Lazzari, mette in mostra una chiara ispirazione alle semplici geometrie del fiore di dahlia.

    Vistosi proporrà tutte le sue creazioni presso il padiglione 11, stand 23, in cui si potranno apprezzare anche le ultime novità che l’azienda di Murano ha realizzato in collaborazione con importanti designer.

    Il fiore all’occhiello della collezione è Tahoma Eli, una lampada a sospensione che riprende il nome e le fattezze di un bellissimo fiore di dahlia, caratterizzato da geometrie semplici e precise. La realizzazione di questa opera, a cura del designer Andrea Lazzari, si definisce in piccoli petali che illuminano l’ambiente con un alternarsi di vuoti e di pieni, dando vita ad una luce filtrata e rilassante che crea un’atmosfera pacata.

    Tahoma Eli è un oggetto di design pregiato, il tipico esempio di arredamento luminoso, con una spiccata tendenza al design minimal.

    I materiali di cui è composta la lampada a sospensione Tahoma Eli sono il vetro soffiato bianco lucido e il nickel satinato per le parti metalliche e strutturali.