Manutenzione prato: come irrigarlo durante tutto l’anno

da , il

    Manutenzione prato: come irrigarlo durante tutto l’anno

    Chi ha la fortuna di avere un giardino, anche piccolo, ha sicuramente considerato, benché a volte poi ci si limiti al solo pensiero, di curarlo e magari di dare vita ad un bel prato. Ma tra il dire e il fare, si sa, c’è di mezzo il mare, e allora accade che uno spazio potenzialmente delizioso si trasformi in una sorta di ripostiglio di roba vecchia. Il più delle volte questo lassismo è dovuto al ripetuto fallimento di tentativi volti a creare un bel giardino: piante che si seccano, erba che non cresce come voluto, etc.

    I motivi di siffatta situazione sono molteplici e uno di questi è relativo all’irrigazione. Per irrigare il giardino durante tutto l’anno possiamo seguire dei pratici consigli, visto che sia il prato che le piante richiedono una specifica attenzione a seconda delle variazioni climatiche. Partiamo dalla primavera, stagione ormai imprevedibile.

    Innaffiate il prato con regolarità ogni 2 o 3 giorni (anche meno se piove), possibilmente al mattino o alla sera per evitare che con il sole parte dell’acqua evapori prima di essere assorbita dalle radici (se è nuvoloso qualsiasi momento della giornata è buono)e tosatelo circa ogni settimana.

    L’estate è il periodo che richiede più attenzione, quindi evitate irrigazioni mattutine, ma lasciatevele per la sera ed utilizzate un quantitativo di acqua sufficiente per penetrare fino a circa 15cm nel terreno. Ma il problema principale dell’estate è quello di mantenere idratato il giardino mentre siamo in ferie; se in città non resta nessuno che possa accudirlo in nostra assenza, non ci resta che ricorrere ad un impianto di irrigazione automatico programmabile.

    L’autunno potrebbe presentarsi caldo durante le prime battute, quindi sarebbe opportuno continuare ad annaffiare con regolarità, benché in maniera meno frequente rispetto all’estate. Importante è comunque rastrellare le foglie e i rami secchi che possono soffocare l’erba. L’inverno, infine è il periodo che non necessità di trattamenti particolari, visto che le piogge penseranno ad irrigare e il freddo e l’umidità renderanno più lenta l’evaporazione dell’acqua.