Mutui, se cambia la banca si ha diritto al rimborso della polizza

da , il

    Mutui, se cambia la banca si ha diritto al rimborso della polizza

    Quando stipuliamo un contratto di mutuo spesso le banche consigliano o in alcuni casi impongono come condizione del contratto la sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita e/o di incendio-scoppio. Queste polizze assicurative in caso di morte di colui che ha sottoscritto il contratto di mutuo solleva dal debito gli eredi o protegge l’immobile in caso di incendio o scoppio. Il beneficiario di queste assicurazioni è la banca e i premi assicurativi possono essere versati anticipatamente in un’unica rata (alla sottoscrizione del mutuo) oppure annualmente. Queste polizze hanno generato diverse problematiche.

    La legge, infatti, prevede la cosiddetta portabilità dei mutui, ossia la possibilità del mutuatario (colui che ha sottoscritto il mutuo) di estinguere un mutuo e accenderne uno nuovo con un’altra banca, ad esempio per ottenere migliori condizioni economiche. In passato i problemi nascevano per i premi assicuratici versati anticipatamente dal mutuatario. In questi casi, infatti, risultava beneficiaria la vecchia banca, ma anche la nuova banca richiedeva la sottoscrizione di un’altra polizza.

    Le compagnie assicuratrici spesso, oltre a non concedere il rimborso della quota del premio assicurativo pagata ma non goduta (in virtù del cambio di mutuo), rifiutavano di sostituire il beneficiario della polizza. L’Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), per tutelare i cittadini, ha stabilito che chi estingue il mutuo anticipatamente, magari per accenderne uno più conveniente con un’altra banca, può scegliere se chiedere il rimborso della quota di premio pagata e non goduta o se cambiare il beneficiario delle polizza.