Gatto in casa: come tenerlo lontano dalle piante

da , il

    Gatto in casa: come tenerlo lontano dalle piante

    C’è una famosa canzoncina per i bambini che suona più o meno così Cani e gatti chi l’ha detto che non si può. E non ha tutti i torti: la convivenza pacifica tra le due specie di animali domestici è qualcosa a cui siamo abituati. Meno idilliaca è sicuramente quella tra le piante e i gatti. Sia in casa che all’esterno, le piante diventano spesso oggetto della curiosità felina. Hanno foglie da acciuffare e terra da scavare. E il tronco, seppur piccino, su cui rifarsi le unghie dopo aver sperimentato il morbido divano e le alte tende del soggiorno! I vasi lo attraggono terribilmente…quindi è necessario provvedere a stratagemmi con cui tenerlo alla larga dalle nostre piante preferite.

    Dopo avervi parlato delle piante velenose per cani e gatti, questi consigli risulteranno invece utili per proteggere le nostre beniamine dai birbanti a 4 zampe:

    Piante da esterno

    Difendi le tue piante in giardino dal gatto combinaguai costruendo tutt’intorno una specie di staccionata. Conviene utilizzare comuni bastoncini di legno. Il recinto può scoraggiare l’animale dal suo intento dispettoso. Sul balcone, lo stesso obiettivo, lo puoi raggiungere coprendo la terra dei vasi con pietre e sassi abbastanza grandi. Così la finirà di scavare e spargerla ovunque.

    Piante da interno

    Lo sapevi che le bucce degli agrumi sono un economico repellente per gli amici a 4 zampe? Prova a circondare le piante in casa, o almeno i vasi presi di mira dal micio, con scorze di arance o limoni ricordando però che una volta secchi non hanno più l’effetto desiderato.

    Difendere le piante: altri rimedi

    Altri rimedi sono: pianta l’erba gatta e attendi di vedere se fa il suo effetto, ovvero quello di attirare l’animale e distrarlo da tutti gli altri vasi. Oppure prova a lasciare delle bottiglie d’acqua lungo tutta la circonferenza del vaso…se il gatto si bagnerà, difficilmente tornerà sulle proprie orme.