Risparmiare in casa, qualche consiglio

da , il

    Risparmiare in casa, qualche consiglio

    In questo periodo caratterizzato dalla forte crisi economica è utile risparmiare spendendo il meno possibile. Il costo della vita è sempre più alto; questo incremento è dovuto non solo dai vari rincari di acqua, luce, gas, Rc auto, che incidono notevolmente sul budget familiare, ma anche dall’aumento dei prezzi di diversi prodotti come quelli alimentari, di vestiario ecc. Quindi è opportuno, dove possibile, risparmiare tagliando le spese quotidiane. Ecco alcuni consigli utili per ridurre i costi domestici. Anzitutto bisogna evitare gli sprechi e gli eccessi in tutti i settori. Quindi dobbiamo moderarci soprattutto nelle spese inutili.

    Per ridurre i costi domestici è possibile tagliare vari settori che influiscono in diversa misura sul budget familiare. Per prima cosa è possibile ridurre i costi di detersivi e in generale di prodotti legati alla cura della casa acquistandoli all’ingrosso o addirittura realizzandoli in modo fai da te direttamente a casa. Un altro modo per risparmiare in casa è ridurre al massimo la dispersione del calore controllando ad esempio che le finestre si chiudano completamente. Per risolvere economicamente questo problema possiamo utilizzare dei paraspifferi o prodotti simili. Invece, per tagliare i costi legati all’elettricità è opportuno utilizzare soltanto lampadine a risparmio energetico ed acquistare elettrodomestici di classe A (o superiore) per ridurre il consumo energetico.

    L’acquisto di questi apparecchi è generalmente molto costoso ed influisce notevolmente sulle spese domestiche. Un metodo per risparmiare è scegliere elettrodomestici rigenerati dalle case produttrici che consentono di risparmiare anche il 50% rispetto all’acquisto di prodotti ‘nuovi’. Se dobbiamo acquistare mobili o oggetti per arredare la casa, invece, è possibile farlo in mercatini dell’usato che spesso offrono molte opportunità a costi vantaggiosi. Possiamo ridurre le spese domestiche anche tagliando i costi legati agli alimenti, scegliendo prodotti meno costosi senza però rinunciare alla qualità.