Sedie design: leggerezza e flessibilità con e-motion

da , il

    Sedie design: leggerezza e flessibilità con e-motion

    La sedia è uno degli elementi di arredo più diffusi: chi in casa non possiede un numero di sedie che non sia almeno il doppio di quello degli occupanti della casa stessa? La sedia ha vissuto un’evoluzione nel design e nei materiali che è andata di pari passo con la moda e le tendenze dei tempi: oggi il polipropilene sta prendendo il sopravvento sul legno (grazie ai costi minori e alla sua duttilità di lavorazione, oltre al peso inferiore) e sulla plastica (qualità estetica superiore). Il nuovo lavoro del designer Giancarlo Piretti è l’interessante sedia e-motion, disegnata per Segis, che è appunto realizzata in polipropilene.

    La sua caratteristica principale consiste nella flessibilità dello schienale che crea una base di appoggio comoda ed ergonomica nell’eventualità (non remota di questi tempi) di un utilizzo prolungato della sedia.

    Il sistema che permette ad e-motion di piegarsi si basa su un dispositivo incorporato nella struttura, che quindi è in grado di adattarsi ad ogni tipo di postura assunta dal corpo, risultando piacevolmente comoda anche dopo diverse ore.

    Oltre all’estetica accattivante e al comfort offerto, e-motion risulta anche molto pratica: infatti è possibile impilare fino ad otto elementi (questo merito anche della leggerezza della struttura).

    E-motion è disponibile in una ricca varietà di colori (o di combinazione di essi) e rappresenta, oltre che un elemento pratico ed utile, anche un oggetto di design in grado di avvalorare degli spazi pubblici o privati dall’atmosfera giovanile.

    Su richiesta è anche disponibile avere la versione con il sedile rivestito in tessuto o in pelle.