Sun lab 2010, l’estate è già pronta

da , il

    Il Sun, Salone Internazionale dell’esterno, apre le porte all’estate, noncurante dell’arrivo dell’inverno. Dal 14 al 16 ottobre, infatti, nel quartiere fieristico di Rimini si terrà la 28sima edizione della rassegna che proporrà nuove idee per arredare balconi, terrazzi e giardini. Saranno presenti designer e architetti famosi ed emergenti, che presenteranno i loro progetti, reduci da due concorsi internazionali: Da nido a guscio e Sun.Lab.

    Il primo riunisce nomi importanti a livello internazionale per la progettazione di soluzioni d’arredo con l’utilizzo di materiale lapideo, mentre il secondo e più atteso, mette in mostra i lavori di giovani designer (under 35) che hanno proposto idee nuove per l’arredamento esterno, basandosi sul tema del gioco.

    Ed ecco allora che Francesco Feliziani ha presentato Flick, dove il gioco del Subbuteo e l’esigenza di arredo si incontrano: la linea è caratterizzata da una base bassa e larga e una struttura tubolare d’alluminio rivestita di acrilico elasticizzato.

    Ai bambini ha invece pensato Alberto Benedetti con il suo progetto Playhouse, una casetta sullo stile di quelle svedesi, ecologica (costruita con pannelli di Ecomat) e pratica, tanto da essere smontata e rimontata in breve tempo. Inoltre quando non si usa può essere raccolta per occupare poco spazio. Sulla stessa alinea d’onda c’è Piter Perbellini, con Park King, una seduta appoggiata e legata sul tronco di un albero, tra i rami.

    Le ragazze hanno puntato agli oggetti multifunzione, uno dei quali, Shoot the Garbage, rappresenta anche un invito ai cittadini a buttare i rifiuti nei cassonetti, ‘decorati’ con bersagli a forma di animali, persone o lattine. Una provocazione interessante.

    Si passa quindi a Giulietta Boggio Bertinet, progettista di Silvo, che si potrebbe definire una sorta di seduta-docking perché, oltre ad illuminarsi, è dotata di prese elettriche.

    Si chiude con Ludot di Viviana Dall’Acqua, ideatrice di un tappeto di palline morbide e colorate, legato tramite una corda, che può essere utilizzato come base di gioco per i bambini, imbottitura per pouf o rivestimento di un elemento d’ arredo esterno come una panchina.