Vasi e fioriere, come pulirli?

da , il

    Vasi e fioriere, come pulirli?

    Nel mese di Gennaio, prima della primavera, potrebbe essere utile dedicarsi alla pulizia dei vasi e delle fioriere da utilizzare per le nuove piante. Infatti capita spesso che, a causa dell’esposizione alle intemperie e al soleggiamento, vasi e fioriere perdano lucentezza, colore o che si formino macchie e incrostazioni varie. Le procedure per far tornare vasi e fiorire come nuovi sono diverse, variano in relazione al materiale di costruzione. Per i vasi di terracotta è sufficiente lavarli accuratamente e in caso di presenza di calcare o incrostazioni varie, metterli in ammollo per 2 o 3 ore in acqua e aceto in parti uguali, oppure solo aceto (o prevalentemente aceto) in caso di incrostazioni persistenti.

    Infine occorre spazzolarli, risciacquarli e metterli ad asciugare all’aria aperta. La manutenzione e la pulizia di vasi e fioriere in legno, invece, va effettuata periodicamente, utilizzando prodotti specifici come carta per carteggiare, impregnante e vernice. Se il vaso o la fioriera da sistemare è in buono stato, basta spolverarla accuratamente con uno straccio umido, farla asciugare all’aria aperta, passare una o due mani di impregnante e infine verniciarla.

    Se invece, la superficie da trattare è alquanto rovinata, occorre carteggiarla con carta abrasiva, spolverarla, applicare l’impregnante e poi dare la mano di vernice. Per i vasi in grès smaltato, immergeteli in una soluzione saponata e lasciateli in ammollo per 3 o 4 ore. In caso di incrostazioni di calcare resistenti, strofinateli con una spugna umida e del bicarbonato di sodio oppure potete trattare la parte interessata con una spruzzatina di anticalcare che normalmente viene usato per la pulizia dei sanitari.