Alimentazione bambini, è la frutta il cibo preferito

da , il

    Alimentazione bambini, è la frutta il cibo preferito

    Spesso ci informiamo, leggiamo, consultiamo, per capire quali siano i cibi spazzatura da evitare, come cucinare la pappa ai piccolini, e soprattutto quali cibi possono scatenare l’obesità infantile, malattia che mai come in questo periodo è sotto accusa soprattutto tra i giovanissimi. Ebbene, ma se invece di correre alla ricerca del cibo sano ci fermassimo un attimo a chiederci qual’è il cibo preferito dei nostri bambini? Eè la domanda che si è posto Italo Farnetani, pediatra dell’Università di Milano-Bicocca, e dopo aver analizzato un’indagine su un campione di 231 pediatri italiani ha scoperto che i nostri figli vanno pazzi per banane, spremute d’arancia, pizze e patatine fritte.

    A quanto pare l’indagine ha individuato anche una corrispondenza tra fasce d’età e gusti, ma il cibo più amato rimane la frutta , da 0 a 6 anni preferiscono banana e spremuta di arance, confermo mia figlia ama la banana, da 7 a 12 anni fragole, ciliegie e spremuta di arance, e poi ci lamentiamo che i nostri bimbi mangiano schifezze, a 13-18 anni preferiscono la spremuta d’arancia.

    Ovviamente amano anche le schifezze, non abbiamo messo al mondo dei piccoli angeli del mangiare sano, amano la pizza, la margherite, poi crescendo la pizza con i wurstel. Da studente ho fatto la cameriera e confermo che quando arrivavano le compagnie di ragazzini in media erano dieci pizze con i wurstel e dieci Coca Cole.

    Molto interessante è invece l’analisi che fa Italo Farnetani sulla forma del cibo, il bambino vuole sapere cosa mangia, quindi se la verdura viene tagliuzzata e trasformata lo guarda con crescente sospetto. Lo stesso principio vale per la frutta, mandarino, mela , pera, hanno sempre lo stesso aspetto e quindi vengono accettati, guai a presentarsi con cibi complicati al gusto di mela potrebbero tirare il piatto. Non solo, i bambini mangiano volentieri quello che mangiano in grandi, non variate eccessivamente il contenuto dei piatti, e frutta e verdura deve essere facile da mangiare niente semi o buccia.