Allergia ai pollini: cosa fare per curare i bambini

da , il

    Allergia ai pollini: cosa fare per curare i bambini

    Cosa fare per curare l’allergia ai pollini nei bambini? Le allergie ai pollini nei bambini sono sempre più frequenti a causa di diversi fattori, come il crescente inquinamento atmosferico. Cosa fare per curare l’allergia ai pollini? Una volta diagnosticata l’allergia ai pollini nei bambini sono necessarie alcune cure particolari. Ovviamente, la prima accortezza da avere in caso di allergia ai pollini, è non venire a contatto con le piante o i pollini responsabili. Cosa fare per curare l’allergia ai pollini nei bambini? Anzitutto si possono usare gli antistaminici.

    Questi farmaci si possono acquistare sia in gocce, che in pillole, ma sono disponibili anche in colliri e spray nasali. Gli antistaminici sono utilizzati soprattutto per combattere i sintomi dell’allergia a carico degli occhi e delle vie respiratorie. Anche i cortisonici vengono utilizzati per curare l’allergia ai pollini nei bambini. I cortisonici hanno un effetto antinfiammatorio. Nei bambini vengono per lo più utilizzati sotto forma di spray, aerosol o crema. Tra le cure possibili in caso di allergia ai pollini nei bambini anche i vaccini. Questi ultimi non si limitano ad alleviare i sintomi dell’allergia, ma migliorano sul lungo termine il disturbo. Si tratta però di una terapia molto lunga, dai 3 ai 5 anni di trattamento, anche abbastanza costosa. La terapia con i vaccini attenua, ma non risolve del tutto il disturbo. Infine, tra i farmaci per la cura dell’allergia ai pollini, anche quelli per l’asma, sotto forma di spray o aerosol. I sintomi dell’allergia ai pollini nei bambini, poi, variano in base al periodo di impollinazione, ad esempio, il periodo di impollinazione delle graminacee va generalmente da aprile a settembre.