Antibiotici: i bambini italiani ne assumono troppi

da , il

    Antibiotici: i bambini italiani ne assumono troppi

    Gli antibiotici nei bambini andrebbero usati con molta parsimonia. Questo perché quando si utilizza un antibiotico può accadere che si selezionino dei batteri resistenti al farmaco stesso. Ciò provoca, molto spesso, una probabile ricaduta dell’infezione nel bambino, questa volta più difficile da trattare, perché i batteri sono diventati resistenti all’attacco dell’antibiotico. Purtroppo non tutti e non tutte le mamme conoscono questi rischi dell’uso indiscriminato di antibiotici. A rivelarlo è una recente stima che verrà presentata in un convegno sul tema dei farmaci in eta’ pediatrica, organizzato all’Istituto Mario Negri di Milano.

    Secondo i dati raccolti in Italia ai bambini vengono somministrati troppi antibiotici. Infatti, il 52% dei bambini italiani assume almeno un antibiotico l’anno, mentre lo tesso dato è del 14% per i bambini inglesi. Anche in Italia la situazione non è comunque omogenea ad esempio in Puglia il 69% dei bambini assume antibiotici, mentre nel Lazio sono ‘solo’ il 36%.

    Forse che al meridione si conoscono meno i rischi dell’assunzione indiscriminata di antibiotici? Fatto sta che si tratta di dati importanti e fare campagna di sensibilizzazione è ugualmente importante. Gli antibiotici vanno somministrati ai bambini solo sotto prescrizione del medico e mai per trattare raffreddore ed influenza.