Balbuzie nei bambini: quando può considerarsi un disturbo

da , il

    Balbuzie nei bambini: quando può considerarsi un disturbo

    La tendenza a balbettare è tipica dei bambini che prendono confidenza con il linguaggio. Ma quando il balbettare dei bambini può considerarsi un disturbo e può parlarsi di balbuzie vera e propria? In genere, possiamo dire, che il criterio guida per i genitori è l’età del bambino. Infatti, se la balbuzie persiste o compare dopo i tre anni di età (o più tardi come accade spesso intorno ai 5-7 anni) si può parlare di un vero e proprio disturbo del linguaggio. Prima di questa età è normale che il bambino debba prendere ancora confidenza con il linguaggio e possa balbettare un po’, per questo i genitori non devono preoccuparsi.

    Nel caso si tratti proprio di un disturbo, invece, sarà necessario un trattamento specifico per risolvere il problema.

    I sintomi per riconoscere la balbuzie nei bambini sono: la ripetizione di parole o loro parti, i blocchi durante la produzione del linguaggio e gli allungamenti di suoni o sillabe iniziali o intermedie delle parole pronunciate.