Capelli bianchi in gravidanza: è vero che aumentano?

da , il

    Capelli bianchi in gravidanza: è vero che aumentano?

    La gravidanza comporta una serie di cambiamenti nella donna. Secondo una credenza molto popolare essa sarebbe responsabile anche della comparsa di un fastidiosissimo inestetismo e cioè la comparsa dei primi capelli bianchi. Questa credenza è tanto popolare quanto errata, infatti, non esiste nessun particolare collegamento tra la comparsa dei primi capelli bianchi e la gravidanza. La comparsa dei capelli bianchi, infatti, è un fenomeno costituzionale legato cioè alle caratteristiche specifiche di ciascun individuo e quindi del tutto indipendente dalla stato interessante. Scientificamente non sono ancora note del tutto le cause della perdita di colore dei capelli ma, esclusa la gravidanza, un ruolo certo ha piuttosto l’ereditarietà.

    E’ assai probabile che se la propria madre abbia iniziato ad avere capelli bianchi in giovane età questo fenomeno colpisca anche la figlia e di sicuro è solo una coincidenza che quest’ultima viva una gravidanza. Un fenomeno che interessa la capigliatura e che invece è scientificamente provato riguarda la perdita dei capelli. Dopo il parto, in particolare, può capitare che la mamma perda molti capelli.

    In questo caso il fenomeno è spiegato dal brusco calo di ormoni (estrogeni e progesterone) che abbondano in gravidanza. Si tratta comunque di un fatto transitorio che non deve destare preoccupazioni. Nella maggior parte dei casi la problematica cessa non appena l’assetto ormonale si normalizza ai livelli precedenti la gravidanza. Solo in alcuni casi, quando questo riassetto tarda a riequilibrarsi, si può intervenire con una dieta particolare o con l’assunzione di una particolare vitamina, la biotina.