Cloasma gravidico: prevenzione e cura

da , il

    Cloasma gravidico: prevenzione e cura

    La prevenzione e la cura del cloasma gravidico è possibile con pochi rimedi. Il cloasma gravidico è un disturbo che può presentarsi in gravidanza e che si sostanzia nella comparsa di chiazze di colore bruno sulla pelle del viso. Le macchie compaiono indistintamente su fronte, naso, zigomi, palpebre e labbro superiore. Le cause del cloasma gravidico sono anzitutto di tipo ormonale; in particolare l’azione degli estrogeni e del progesterone stimolano eccessivamente la produzione di melanina, la sostanza che permette anche alla pelle di abbronzarsi.

    Il cloasma gravidico, quindi, può comparire maggiormente e con più intensità in caso di eccessiva esposizione al sole. La cura e la prevenzione del cloasma gravidico è comunque possibile. Anzitutto, per la prevenzione del cloasma gravidico, è fondamentale proteggere la pelle dai raggi solari. Questa protezione è consigliata anche d’inverno, dal momento che i raggi solari possono comunque raggiungere l’epidermide. Per fare prevenzione dunque è consigliato utilizzare una crema con un buon fattore protettivo. Quando il cloasma gravidico è già manifesto con le macchie brune, invece, si può agire con una cura appropriata e su più fronti.

    Per la cura del cloasma gravidico si può ricorrere anzitutto a dei prodotti di derivazione naturale che riescono a schiarire le macchie brune. Ricorrere a questo tipo di rimedi è maggiormente consigliato durante la gravidanza dal momento che molto spesso le macchie del cloasma tendono a scomparire due o tre mese dopo il parto. Se questo non accade è opportuno rivolgersi al dermatologo che, per la cura del cloasma gravidico più superficiale prescrive dei trattamenti cosmetici, mentre per il cloasma gravidico più profondo utilizzerà il laser o altri trattamenti più “forti”.