Colostro: il latte subito dopo il parto

da , il

    Colostro: il latte subito dopo il parto

    Una delle preoccupazioni delle future mamme riguarda la produzione di latte e l’eventuale ricorso a quello formulato. Abbiamo spesso parlato dei vantaggi dell’allattamento al seno sia per la mamma che per il bambino. Detto questo, può essere utile dare qualche informazione in più sulla composizione del latte e soprattutto sulle differenze tra quello ‘iniziale’, prodotto subito dopo il parto e detto colostro e quello più maturo. In particolare il colostro è molto differente rispetto al latte maturo. Vediamo perché e che cos’è nello specifico. Il colostro è il primo nutrimento per il neonato prodotto dalla ghiandola mammaria subito dopo il parte.

    Ha un colore più giallognolo e anche la consistenza è più cremosa e densa rispetto a quella del latte maturo. Ricco di proteine e sali minerali è l’alimento ideale nei primi giorni di vita del bambino. Inoltre, poiché contiene meno grassi e zuccheri è anche molto più digeribile del latte vero e proprio. Altra differenza è la concentrazione di particolari anticorpi. Infatti, le proteine contenute nel colostro forniscono al neonato particolari anticorpi, le immunoglobuline A e IgA che hanno un’azione fondamentale nel rafforzamento delle difese del neonato dall’attacco di virus e batteri.

    Il quantitativo di colostro prodotto dalla mamma ogni giorno è variabile, da 7 a 120 millilitri. Gradualmente, e con il passare dei giorni, poi, il colostro si trasforma per diventare sempre più fluido e di colore trasparente. Segue la fase della montata lattea e della produzione del latte vero e proprio che viene prodotto dopo una decina di giorni dal parto.