Donazione cordone ombelicale, perchè farlo

da , il

    Donazione cordone ombelicale, perchè farlo

    Tra le varie scelte che possiamo fare al momento del parto c’è anche quella della donazione del cordone ombelicale. Degli studi recenti hanno dimostrato che il sangue placentare (quello estratto dal cordone) è molto simile a quello del midollo osseo che viene utilizzato per il delicatissimo trapianto di quest’ultimo, per la cura di varie malattie del sangue come leucemie, linfomi, anemia mediterranea, e molte altre spesso letali per l’essere umano.

    Il sangue estratto dal cordone contiene molti elementi che sono i precursori indifferenziati dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine. Queste cellule (dette cellule staminali) sono in grado di colonizzare il midollo osseo e di riprodursi, dando origine ai diversi elementi del sangue.

    Fino a poco tempo fa, il sangue del cordone ombelicale veniva solitamente eliminato con il secondamento, cioè durante la fase di espulsione della placenta, che si verifica subito dopo il parto.

    Circa il 40 / 50% dei pazienti che necessitano di un trapianto di midollo osseo, non ha un donatore compatibile e il sangue del cordone ombelicale può sostituire il midollo per il trapianto.

    La donazione avviene al momento del parto, dopo che il bambino è nato, poco prima dell’espulsione della placenta, quando il cordone è già stato reciso e non comporta nessun rischio né per la mamma né per il neonato.

    Si disinfetta il cordone ombelicale ancora attaccato alla placenta, si inserisce un ago nella vena ombelicale (sul cordone) e se ne raccoglie il sangue, che defluisce in una sacca sterile. Questo prelievo può essere effettuato sia dopo il parto naturale sia dopo il parto cesareo.

    Per diventare donatori del cordone ombelicale si può contattare l’ADlSCO, la prima associazione al mondo che riunisce le donne disposte a donare il sangue del cordone ombelicale, oppure la AIEOP (Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica).

    Il sangue del cordone ombelicale è molto prezioso proprio per il suo contenere le cellule staminali ed è possibile anche conservarlo in una banca specifica, di questo ve ne parlerò prestissimo.