Empatia: a che età si sviluppa?

da , il

    Empatia: a che età si sviluppa?

    L’empatia è la capacità che sviluppiamo di immedesimarci negli altri e partecipare alle loro emozioni o sofferenze. Le persone tendono naturalmente ad essere empatiche con il genere umano ma in modo particolare con le persone a cui sono più legate. Ma a che età sviluppiamo l’empatia? Fino a poco tempo fa si escludeva che questo stato d’animo potesse esistere prima dei quattro anni ma secondo un recente ungherese studio al contrario già i neonati intorno ai sette mesi potrebbero provare empatia.

    Lo studio è stato condotto su un campione di 56 neonati: i piccoli partecipanti sono stati piazzati di fronte ad un cartone animato in cui la protagonista era una palla. La storia era molto elementare: la palla si calava all’interno di figure geometriche e seguiva percorsi semplici. Quando si presentavano movimenti inattesi i neonati mostravano stupore. I piccoli si immedesimavano con la palla del cartone animato. Per i ricercatori ungheresi dell’Università Hungarian Academy of Sciences di Budapest, guidati da Ágnes Melinda Kovács, si tratta di una grande scoperta che fa compiere un passo in avanti alla psicologia infantile. Per molte mamme forse invece non c’è nulla di nuovo ed anzi la scienza non è ancora riuscita a datare esattamente l’empatia: perché quando una donna porta in grembo un bambino sa che tra lei e il piccolo che nascerà c’è un legame speciale già nel pancione. L’empatia da questo punto di vista, forse non scientifico ma certamente umano, è un legame magico che esiste da subito tra mamma e figlio, ancor prima che i due possano guardarsi negli occhi per la prima volta al momento del parto e che il neonato regali alla mamma il primo sorriso.