Festa della mamma: storia e tradizioni nel mondo

da , il

    Festa della mamma: storia e tradizioni nel mondo

    Perché a Maggio si celebra la Festa della mamma? Si tratta di una tradizione molto antica, legata al culto politeistico delle divinità della fertilità. La scelta di questo periodo dell’anno non è casuale: coincide infatti con il passaggio dal freddo invernale all’esplosione dei colori e dei profumi primaverili che, nella cultura contadina, è associato alla prosperità. Con il tempo la festa ha perso il suo carattere religioso ed è diventata una ricorrenza civile per celebrare la figura della mamma.

    Questo cambiamento ufficiale si deve alla proposta di Anna M. Jarvis di Grafton, nel West Virginia: dopo la morte di sua madre Anna inoltrò diverse richieste ai ministri locali e così il 10 Maggio 1908 si festeggiò per la prima volta la Festa della mamma. Il fiore simbolo di questa festa è stato individuato nel garofano: rosso per le mamme in vita e bianco per ricordare quelle morte. Oggi invece si usa molto anche la rosa, per rappresentare amore e bellezza legate alla figura materna. La Festa fu ufficializzata nel 1914 dal presidente Woodrow Wilson e fissata nella seconda Domenica di Maggio. Dagli Stati Uniti si è diffusa in tutto il mondo. In Italia fu accolta nel 1957 per opera di don Otello Migliosi, parroco nel borgo Tordibetto di Assisi. Inizialmente veniva fatta cadere l’8 Maggio: in seguito si imitò la tendenza degli USA di fissare la festa ogni seconda domenica di maggio. Nei diversi Paesi del mondo le date possono essere diverse: in Norvegia si festeggia la seconda domenica di febbraio , in Argentina cade invece la seconda di ottobre ; in Francia il giorno di festa coincide con l’ultima domenica di maggio ed è inteso come il compleanno della famiglia.